Mercoledi 29 ottobre 2008 - Verona, stadio Bentegodi - Chievo Verona-Lazio 1-2: differenze tra le versioni


Riga 16: Riga 16:
 
'''Marcatori:''' 11' Pellissier, 14' Pandev, 82' Mantovani (aut.)
 
'''Marcatori:''' 11' Pellissier, 14' Pandev, 82' Mantovani (aut.)
  
'''Note:''' Serata piovosa, con nubifragio all'inizio del secondo tempo. Campo molto pesante.Ammoniti Luciano, Bogdani, Patrescu, Radu e De Silvestri. Angoli: Recupero 2' pt 4' st.
+
'''Note:''' Serata piovosa, con nubifragio all'inizio del secondo tempo. Campo molto pesante.Ammoniti Luciano, Bogdani, Patrescu, Radu e De Silvestri. Angoli: 6-4 per la Lazio.  Recupero 2' pt 4' st.
  
 
'''Spettatori:''' 9.282
 
'''Spettatori:''' 9.282

Versione delle 02:34, 30 ott 2008

Stagione

Turno precedente

Turno successivo

29 ottobre 2008 - 3298. Campionato di Serie A 2008/09 - IX giornata - inizio ore 20,30


CHIEVO: Sorrentino; Malagò, Mandelli, Yepes, Mantovani; Luciano, Patrascu, Bentivoglio; Marcolini; Pellissier, Bogdani. A disp. Squizzi, Cesar, Frey, Iunco. All. G.Iachini

LAZIO: Carrizo; De Silvestri, Siviglia, Rozenhal, Radu; Lichtsteiner, Dabo, Ledesma, Kolarov; Pandev, Zarate. A disp. Muslera, Diakitè, Brocchi, Mendicino. All. D. Rossi

Arbitro: Bergonzi di Genova. Guardalinee: Griselli e Calcagno Quarto uomo: Rizzoli

Marcatori: 11' Pellissier, 14' Pandev, 82' Mantovani (aut.)

Note: Serata piovosa, con nubifragio all'inizio del secondo tempo. Campo molto pesante.Ammoniti Luciano, Bogdani, Patrescu, Radu e De Silvestri. Angoli: 6-4 per la Lazio. Recupero 2' pt 4' st.

Spettatori: 9.282

Zarate in azione
Radu a guardia della difesa

Una Lazio decimata dalle squalifiche di Foggia e Mauri si presenta a Verona con il dente ancora avvelenato dalla gara col Napoli. Le prime fase sono di studio, con il Chievo più attivo che alla prima conclusione seria passa in vantaggio: sinistro di Pellissier su assist di Bentivoglio, con Carrizo non apparso impeccabile e palla in rete. Immediata la reazione della Lazio che giunge al pareggio con Pandev imbeccato da Zarate: grande iniziativa personale, dribbling su Malagò è assist perfetto per il macedone che realizza con facilità. Dopo il primo quarto d'ora scoppiettante la partita perde cala di ritmo ed emozioni: qualche tiro da lontano da fuori e niente più. Il primo tempo si chiude con le squadre in parità, risultato più che giusto per quello che si è visto in campo. Nella ripresa Delio Rossi passa al tridente schierando Rocchi al posto di Kolarov. Diluvia, ed al Bentegodi è sempre più difficile giocare; il campo è ai limiti della praticabilità. Nonostante il pantano la Lazio sfiora il raddoppio con Rocchi (conclusione ravvicinata con palla a fil di palo) e fa spettacolo con Zarate che si beve due difensori e mette al centro, ma nessun compagno riesce a concludere l'azione. Al 71' altra opportunità biancoceleste: Pandev è a tu per tu con Sorrentino, ma il portiere del Chievo neutralizza, per la disperazione del giocatore e della panchina biancazzurra. Al 75' Rossi sostituisce Zarate con Makinwa, l'argentino s'infuria e lascia il campo molto contrariato. Sei minuti e la Lazio passa in vantaggio: autogol di Mantovani che devia alle spalle del suo portiere un cross innocuo. Insiste la Lazio sulle ali dell'entusiasmo; cross di Makinwa dalla destra, si salva il Chievo con qualche affanno. Ultima azione di marca veneta con Bentivoglio che mette un pallone nell'area laziale, ma sbroglia la difesa. La Lazio vince la gara e ritorna alla vittoria dopo 3 turni. Per gli uomini di Rossi un'iniezione di fiducia in vista delle prossime gare.