Mihajlović Siniša


Siniša Mihajlović

Difensore serbo, nato a Vukovar (Croazia) il 20 febbraio 1969.

Milita nel Vojvodina, nella Stella Rossa, poi nella Roma per due stagioni. Viene acquistato nel 1998 dalla Sampdoria. Disputa 6 stagioni in maglia biancoceleste. Con la Lazio colleziona 126 presenze e 20 reti in Campionato. Nel 2004 passa all'Inter, dove chiude la carriera da calciatore. Campione d'Italia 1999/2000.

Ottimo difensore, dotato di grande visione di gioco che sapeva unire a un marcato agonismo, copriva bene gli spazi e grazie ad una tecnica sopraffina e a un calcio preciso e lungo sapeva ribaltare velocemente il versante di gioco. Mancino naturale, è stato uno dei migliori specialisti di tutti i tempi nel tirare i calci di punizione. Sapeva, infatti, unire la potenza al colpo d'effetto che conferiva alla palla traiettorie imprevedibili.

Terminata la carriera di calciatore, diviene allenatore in seconda dell'Inter di Roberto Mancini. Dal novembre 2008 allena il Bologna, ma viene esonerato nell'aprile 2009. A dicembre 2009 viene assunto dal Catania, si dimette alla fine del campionato e va ad allenare la Fiorentina nella stagione 2010/11. Confermato nella stagione seguente, il 7 novembre 2011 viene esonerato. Dal 21 maggio 2012 è Commissario Tecnico della Nazionale Serba. Il 21 novembre 2013 assume la guida tecnica della Sampdoria che nel frattempo ha esonerato il precedente allenatore Delio Rossi. L'esordio sulla panchina blucerchiata avviene proprio nella gara disputata dai liguri contro la Lazio. Nella stagione 2015/16 passa sulla panchina del Milan dove viene esonerato a poche giornate dalla fine dopo aver conquistato l'accesso alla finale della Coppa Italia. Diventa allenatore del Torino per la stagione 2016/17, confermato per la stagione successiva 2017/18, viene esonerato a gennaio 2018. A giugno 2018 assume la carica di tecnico dello Sporting Lisbona (Portogallo), ma dopo nove giorni viene sollevato dall'incarico A gennaio 2019 viene ingaggiato del Bologna, in lotta per la retrocessione, al posto di Filippo Inzaghi, Centra l'obiettivo con una giornata d’anticipo pareggiando 3-3 contro la Lazio.

Il 13 luglio 2019, annuncia in conferenza stampa di abbandonare momentaneamente la guida del Bologna per sottoporsi a cure mediche, a causa di una forma acuta di leucemia.




Palmares





Torna ad inizio pagina