Domenica 12 ottobre 1947 - Roma, stadio Nazionale - Lazio-Pro Patria 1-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

12 ottobre 1947 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1947/48 - V giornata

LAZIO: Gradella, Remondini, Antonazzi, Alzani, Gualtieri, Ferri, Magrini, Penzo (I), Fantoni (IV), Flamini, Puccinelli.

PRO PATRIA: Uboldi, Marelli, Patti, Borra, Fossati, Azimonti, Cavigioli, Turconi, Antoniotti, Molina, Bertolucci.

Arbitro: sig. Gamba di Napoli.

Marcatori: st 22' Fantoni (IV).

Note: spettatori 12.000. Giornata calda di sole, terreno buono. Al 1' del st annullato a Penzo un goal per fuori gioco. Calci d'angolo 13 a 4 a favore della Lazio.

Settanta minuti all'attacco e la Lazio ha saputo solo fare un goal, quello della vittoria, e colpire una traversa con Remondini. Ma la squadra è questa; sicura e solida in difesa sull'asse Remondini, Gualtieri e Gradella e narcisa all'attacco dove si specchia sulle rare individualità. Oggi, per esempio, contro una Pro Patria essenziale e diretta, i biancocelesti hanno manovrato fluidi all'attacco, ma, nel momento di concludere, hanno voluto entrare in porta con il pallone e hanno dato il tempo ai difensori bustocchi di salvare o sono stati imprecisi. Una decina di tiri sono finiti fuori bersaglio, mentre i tigrotti lombardi hanno avuto a disposizione poche occasioni, ma tutte pericolose. Una volta Gradella ha compiuto un miracolo su Bertolucci e poi c'è voluta tutta l'abilità di Antonazzi per svellere, in scivolata, la palla dai piedi di Cavigioli. Nella ripresa il gioco è migliorato e la Pro Patria ha avuto agio di mettere in mostra ottime individualità, come ad esempio il giovane Antoniotti che ha messo in luce la sua ottima visione di gioco. Proprio nel miglior momento della Pro Patria, la Lazio ha colpito: una respinta a candela di Remondini è stata smorzata da Gualtieri che ha appoggiato la palla a Fantoni (IV), ben appostato in area avversaria. Il tiro è stato uno di quelli che non perdonano e nulla si può rimproverare al bravissimo Uboldi.