1906 (stagione)


Stagione precedente - Stagione successiva

Torna al portale delle Stagioni Sportive


Nel 1906 la Lazio ebbe a disposizione il campo di Piazza di Siena. L'8 gennaio 1906 i giornali riportarono che la società biancoceleste avrebbe effettuato i propri allenamenti a Piazza d'Armi il giovedì e la domenica. Non sono noti i risultati degli incontri che la Lazio disputa con le altre squadre romane. Sappiamo che una partita fu svolta il 27 febbraio 1906 tra Lazio e Roman, ma sulla Gazzetta dello Sport non se ne ha riscontro, mentre del Messaggero mancano le edizioni dei giorni successivi. La Lazio possiede una squadra titolare, una riserve, una giovanile e due di allievi.

Molte amichevoli furono giocate dai biancocelesti contro i seminaristi di alcuni collegi inglesi, scozzesi e irlandesi. Tali incontri, di cui di uno abbiamo un risultato di 11-0 a favore dei seminaristi scozzesi, finivano invariabilmente con la vittoria dei futuri sacerdoti, molto più evoluti tatticamente e tecnicamente. Queste sconfitte, però, consentirono alla Lazio di imparare molto dal punto di vista calcistico e presto il divario andò progressivamente scemando. Solo nell'estate del 1906, su iniziativa laziale, si pensò di organizzare per il 1907 il primo campionato cittadino riconosciuto dalla Federazione Italiana Foot-ball (F.I.F.).


Un diploma della S.P. Lazio, con il motto ma privo dell'aquila, disegnato dal grande decoratore Duilio Cambellotti, massimo esponente italiano dell'Art nouveau. Ai lati due figure allegoriche fanno riferimento alle due sezioni biancocelesti Nuoto e Podismo. Tali figure hanno con loro elementi vegetali e non armi, come era tipico per queste figure, ad indicare la missione pacifica e solidale dello sport. Da un'analisi stilistica è possibile far risalire l'opera tra il 1906 e il 1908. Dono di Marco Impiglia




<< Stagione precedente Stagione successiva >> Torna al portale delle Stagioni Sportive