Aloisi Odoacre


Odoacre Aloisi
Dal Messaggero del 26 maggio 1942
La tomba al cimitero del Verano

Soprannominato "Onta". Nato a Roma il 20 gennaio 1881 in Via dei Pianellari n. 16 da Ercole ed Ernesta Amici, Odoacre, che nel gennaio 1900 è ancora un giovane studente che lavora anche come impiegato della Regia Prefettura ed ora abita al Flaminio in Via Luigi Canina n. 3, è uno dei nove soci fondatori della Società Podistica Lazio.

Gioca come portiere. Nel 1914 risulta ancora come dirigente della società con il ruolo di vicepresidente della sezione Atleti. Tale ruolo lo manterrà anche durante il 1° conflitto mondiale, in quanto fu dispensato dal servizio militare proprio per il suo lavoro prefettizio. Con decreto ministeriale del 27 ottobre 1916 fu promosso applicato di 2^ Classe. Diviene in seguito Commissario Capo di Polizia. Muore a Roma, dove risiedeva in Via della Giuliana 44, il 25 maggio 1942 e le sue spoglie riposano nella tomba di famiglia al cimitero del Verano a Roma.

Viene ricordato come assiduo frequentatore della prima sede di Via Valadier, spesso seduto al tavolo al centro della stanza e sfidando chiunque a giocarsi pizza e salame a carte. Era alto m 1,75, con una circonferenza toracica di m 0,95, i suoi capelli erano castani, lisci e gli occhi erano anch'essi castani.