Caso Domenico


Domenico Caso
Domenico Caso
La vittoria dello scudetto Primavera
Caso allenatore

Centrocampista, nato a Eboli (SA) il 9 maggio 1954. Milita nella Fiorentina, Napoli, Inter e Perugia. Viene acquistato nel 1985 dal Torino. Disputa 3 stagioni in maglia biancoceleste. Nel 1988, dopo la promozione in Serie A, viene ceduto al Latina. Chiude la carriera nell'Orceana. Con la Lazio colleziona 92 presenze e 7 reti in Campionato. Dal 1992/93 al 1996/97 è l'allenatore della squadra Primavera. Il primo anno arriva ad un passo dallo Scudetto perdendo in finale contro l'Atalanta. Vince il titolo nella stagione 1994/95, lanciando giocatori del calibro di Nesta, Di Vaio, Iannuzzi, Roma e Franceschini. La gioia per la vittoria si unisce a quella di aver sconfitto la brutta malattia che lo colpisce proprio in quel periodo. Dopo aver allenato Foggia, Chievo e Pistoiese, nel 2003/04 torna ad allenare la Primavera laziale. Nel 2004/05 viene chiamato dal neo-Presidente Lotito per allenare la prima squadra. Viene esonerato alla 16a giornata dopo la sconfitta contro l'Udinese e viene sostituito da Papadopulo. Allenerà successivamente la Ternana. Nel giugno del 2009 viene nominato supervisore del settore giovanile della Cisco Roma. Nel luglio del 2011 assume la guida degli Allievi Regionali A1 della Voluntas (Spoleto). Nel luglio del 2012 è nominato allenatore della squadra Primavera della Virtus Lanciano, ma l'esperienza con i rossoneri dura appena due settimane, quando viene sostituito. Nel luglio del 2013 viene ingaggiato come tecnico della squadra Primavera della Reggina, ma dopo pochi giorni decide di lasciare l'incarico per motivi familiari.