Domenica 14 gennaio 1968 - Bari, stadio della Vittoria - Bari-Lazio 3-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

14 gennaio 1968 - Campionato di Serie B 1967/68 - XIX^ Giornata

Bari: Miniussi, Diomedi, Zignoli, Correnti, Vasini, Muccini, De Nardi, Volpato, Galletti, Mujesan, Cicogna. All. Toneatto.

Lazio: Cei, Zanetti, Adorni, Ronzon, Soldo, Marchesi, Fortunato, Governato, Morrone, Gioia, Dolso. All. Gei.

Arbitro: Marchiori (Padova).

Marcatori: 5' Fortunato (rig), 9' Galletti, 36' Galletti, 91' Cicogna.

Note: cielo coperto, freddo intenso. Terreno di gioco liberato dalla neve dopo un'operazione di spalatura durata dalla mattina alle 8 fino alle 13,30. Al 19' della ripresa, Adorni, colpito da una palla di neve lanciata da uno spettatore, si accasciava a terra; trasportato negli spogliatoi rientrava in campo al 30' dopo aver rifiutato la visita medica del dott. Accettura della Federazione medico-sportiva. Calci d'angolo: 8 - 1 per il Bari.

Spettatori: 10.000 circa.

Dopo una serie di sette partite utili, la Lazio cade rovinosamente a Bari. Eppure la partita si mette subito sui binari giusti con un rigore accordato a seguito di uno sgambetto di Diomedi su Gioia entrato d'impeto nell'area avversaria. Fortunato realizza con un preciso rasoterra. La gioia del vantaggio dura però appena quattro minuti. Calcio d'angolo di De Nardi respinto di testa da Governato proprio sulla fronte di Galletti che indirizza verso rete: il "Professore" è ancora sulla traiettoria, ma si abbassa pensando di avere alle spalle Cei il quale rimane spiazzato, con il risultato di vedere il pallone entrare beffardo in rete. Ristabilita la parità i pugliesi insistono divenendo in breve padroni del campo. In avanti soprattutto la squadra di Toneatto che gioca con il doppio centravanti (Galletti-Mujesan) mette in crisi il pacchetto difensivo laziale. Al 36' De Nardi indovina un passaggio splendido per Galletti che in velocità scarica un violento diagonale che non dà scampo a Cei. A un minuto dal termine scambio volante tra Galletti e Mujesan che conclude con una legnata che esce fuori di pochi centimetri. Nella ripresa alcune modifiche apportate da Gei sembrano portare beneficio. Adorni passa su Mujesan, Governato avanza la sua azione e Marchesi si sposta sull'ala De Nardi. Al 48' Gioia serve il rientrante Dolso che si produce in un bel tiro neutralizzato da Miniussi. Pronta risposta dei padroni di casa con Volpato che impegna il portiere biancoceleste in una bella parata in tuffo. Cinque minuti dopo su cross di Dolso bella inzuccata di Morrone e grande risposta in angolo di Miniussi. Al 64' giallo in campo. Adorni esce dal terreno di gioco per recuperare il pallone e una palla di neve lanciata dalla tribuna lo colpisce in piena fronte. L'ex napoletano cade a terra venendo poi accompagnato a braccia negli spogliatoi. Bari che approfitta della superiorità numerica e va vicino alla terza segnatura con Galletti. Al 75' Adorni rientra in campo tra i fischi del pubblico e la Lazio ritrova coraggio. A dieci minuti dal termine grandissima occasione per il pareggio. Cross di Zanetti, uscita a vuoto del portiere biancorosso, e Governato a porta vuota, seppur defilato, calcia sopra la traversa. Ancora una grande possibilità in chiusura: Morrone calcia verso rete superando Miniussi, pallone respinto sulla linea da Correnti e Governato e Gioia sono incapaci di ribadire in rete. Nel primo minuto di recupero, il vecchio Cicogna s'invola verso Cei che viene superato in uscita da un tiro violento.