Domenica 14 maggio 1944- Roma, stadio del P.N.F. - Tirrenia-Lazio 1-6


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

14 maggio 1944 - Campionato Romano di calcio Divisione Nazionale (XIª Zona) 1943/44 - XVI giornata

TIRRENIA: Brandani, Lestini, Riciniello, Castellani, Alzani, Paicci, Colaneri, Facchini, Perugini, Celestini, Picchi.

LAZIO: Rega (I), Valenti, De Pierro, Gualtieri, Andreolo, Manfrè (I), Mancini, Longhi (I), Lombardini, Manola, Koenig.

Arbitro: sig. Tonnetti di Roma.

Marcatori: 19' Lombardini, 33’ Koenig, 44' Lombardini, 53' Lombardini, 54' Picchi, 74' Koenig, 75' Koenig.


14mag44a.jpg
Il medesimo giorno la Lazio, battendo la Roma per 2-0, si aggiudica anche il Torneo Romano Ragazzi

Nota

Il 10 maggio il generale Karl Wolff, capo delle SS in Italia, chiede ed ottiene di incontrarsi in segreto con Papa Pio XII. Il motivo ufficiale è quello di evitare che una volta giunti a Roma gli alleati la città subisca vittime e distruzioni per una guerriglia casa per casa come ordinato da Hitler e Mussolini.

Il Feldmaresciallo Kesselring sarà disposto a desistere dal difendere Roma se il CLN, tramite il Papa, garantirà che non vi sarà un'insurrezione popolare.

Il vero motivo della richiesta d'incontro di Wolff con il papa è invece quello di avviare trattative di pace in Svizzera con gli americani. Wolff riuscirà ad essere ricevuto dal papa ottenendo quanto si proponeva. Al seguito di queste trattative sarà liberato il socialista Giuliano Vassalli rinchiuso e torturato a Via Tasso. Intanto il fronte clandestino è indebolito da numerosi arresti: dal 16 maggio al 23 si susseguono gli arresti della Gestapo dei membri della Resistenza: Riccardo Antonelli, socialista, il ten. col. Luigi Cano, il maggiore Alfio Brandimarte, del Fronte Militare Clandestino, il capitano Fulvio Mosconi, capo della banda Fulvi.