Domenica 17 settembre 1967 - Monza, stadio G. A. Sada - Monza-Lazio 1-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

17 settembre 1967 - Campionato di Serie B 1967/68 - II^ Giornata

MONZA : Ciceri, Perego (I), Magaraggia, Ferrero, F.Fontana, Beltrami, Vivarelli, Maldera (I), Donadelli, C.Sala, Curatoli. A disp.: 12° Fattori. All. Radice.

LAZIO: Cei, Zanetti, Marchesi, Ronzon, Pagni, Carosi, Governato, Cucchi, Morrone, Gioia, Fortunato. A disp. 12° Di Vincenzo. All. Gei.

Arbitro: Sig. Barbaresco (Cormons).

Marcatori: 3' C.Sala, 66' Governato.

Note: giornata di sole, terreno in ottime condizioni; ammonito Governato. Lievi incidenti di gioco per Gioia e Curatoli. Calci d’angolo: 6-5 a favore del Monza.

Spettatori: 14.000 circa con 8.890 paganti e un incasso di £.9.000.000.

Il pareggio di Nello Governato


Il Corriere dello Sport titola: Il vantaggio iniziale del Monza colmato nel secondo tempo da un gol di Governato. Superba rimonta di una Lazio da combattimento. Ed Ivo Bocca scrive: "Un’altra battaglia dura, violenta, interminabile. La Lazio ne è uscita indenne, se il Perugia ed il Potenza non erano bastati a farle capire che cos'è la serie B, il Monza gliel'ha cantata in tutti i toni. In B prima si corre e poi si gioca, la Lazio per quasi un’ora ha cercato il ritmo, il passo che non aveva, mentre il Monza gli ronzava attorno come una vespa pronta a pungere ancora". Gei è costretto a rinunciare a ben sei calciatori per questa trasferta, ma si consola almeno con il rientro di Carosi; il Monza mette in campo una formazione forte fisicamente, con buoni corridori e alcuni elementi di classe come Sala e Curatoli. Inizio in salita poiché i brianzoli dopo tre minuti passano in vantaggio. Punizione calciata da Curatoli, difesa ferma e colpo di testa vincente di Sala. Lazio in affanno che cerca di trovare gli equilibri giusti. Al 19' Morrone impegna Ciceri in una difficile deviazione in corner poi, dopo un minuto, Donadelli, servito dallo sgusciante Vivarelli, si presenta in solitudine di fronte a Cei che replica con un'uscita magistrale. Al 37' show di Sala che supera quattro avversari ma conclude fiacco verso rete. Solo allo scadere i biancocelesti si fanno vivi all'attacco, ma Cucchi spara troppo centrale. Monza ancora padrone del campo all'inizio della ripresa e Vivarelli si presenta solo di fronte a Cei ma calcia fuori in maniera balorda. Il pericolo corso scuote i romani che finalmente iniziano a manovrare convinti. Morrone viene falciato in area da Fontana, Barbaresco lascia continuare, poi Gioia spara a fil di traversa al 60'. E' il prologo al pareggio che arriva sei minuti dopo. Ronzon mette in moto Cucchi che verticalizza per Governato che fa fuori Beltrami e indovina un bel sinistro che spedisce il pallone all'angolo basso alla destra di Ciceri: un goal da manuale come concezione ed esecuzione. La partita cambia fisionomia e la Lazio crede nel colpo grosso. Morrone al 77', tiro al volo senza fortuna, e Fortunato all'82', difficile parata del portiere lombardo, vanno vicini al raddoppio. Si prova a vincere fino al 90', ma il risultato non cambia, accontentando alla fine entrambe le compagini. Un buon pareggio su un campo difficile; la classifica si muove e la battaglia sostenuta è utile a capire quale sarà il clima rovente che la Lazio troverà nelle sue prossime trasferte.