Domenica 19 maggio 1963 - Cagliari, stadio Amsicora - Cagliari-Lazio 1-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

19 maggio 1963 - 34 - Campionato di Serie B 1962/63 - XXXIV^ Giornata

CAGLIARI: Colombo, Martiradonna, Tiddia, Serradimigni, Spinosi (I), Mazzucchi, Torriglia, Santon, Ronconi, Rizzo, Congiu. All.Silvestri.

LAZIO: Cei, Zanetti, Garbuglia, Governato, Seghedoni, Gasperi, Maraschi, Landoni, Bernasconi, Morrone, Moschino. All. Lovati . D.T. Lorenzo.

Arbitro: Sig. Angelini (Firenze).

Marcatori: 31' Santon.

Note: giornata afosa, terreno molto duro. Sugli spalti un centinaio di tifosi della Lazio giunti in Sardegna con un volo speciale.

Spettatori: 35.000 circa.

Cagliari tranquillo in classifica e desideroso di ben figurare, Lazio che cerca un punto per continuare la sua corsa verso la serie A. Lorenzo conferma la squadra che ha travolto la capolista Messina nel turno precedente recuperando anche Cei uscito malconcio dal match con i siciliani. I rossoblu sono compagine ben equilibrata in ogni reparto e all'Amsicora non hanno mai perso. L'incontro è combattuto sin dalle prime battute. E' Colombo il primo portiere ad essere impegnato da una conclusione di Morrone. Al 14', su angolo battuto da Congiu, Serradimigni gira al volo di poco alto sulla traversa. Morrone non sfrutta poi poi un bel servizio da Bernasconi. Al 19' Colombo si accartoccia a terra su potente conclusione ancora di Morrone. Passata da un minuto la mezz'ora e il Cagliari riesce a passare in vantaggio. Angolo di Congiu, respinta di Gasperi a precedere Serradimigni e pallone raccolto dal giovane Santon che batte a rete: Cei coperto non abbozza neanche un tentativo di parata. Lazio subito in avanti per recuperare il risultato. Governato al 38' ci prova da fuori area non trovando il bersaglio per pochi centimetri e subito dopo Colombo interrompe un guizzo in area dell'effervescente Morrone. Ripresa che inizia a tambur battente. Lunga discesa di Governato e gran tiro finale con risposta del portiere sardo, che si ripete poi respingendo in angolo una conclusione di Moschino. Articolato contropiede dei padroni di casa con Rizzo, Ronconi, Santon e tiro conclusivo fuori di Serradimigni. Segue al 50' un colpo di testa alto di Santon con immediata replica romana con un forte tiro di Morrone a cui si oppone l'ottimo Colombo. Lazio padrona del campo, ma che non riesce a concretizzare. Moschino non sfrutta un bel traversone di Landoni e al 68' Maraschi si mangia il più facile dei goal calciando alto da un metro dalla porta. Tergiversa fatalmente Morrone all'81' prima che i rossoblu allentino la pressione con un contropiede che mette Ronconi solo dinanzi a Cei che si salva miracolosamente. In chiusura una prodezza di Colombo su tiro di Bernasconi toglie alla Lazio quel punto che sarebbe stato anche troppo poco per quel che prodotto nell'arco della contesa. In giornata, il largo successo del Brescia sulla Sambenedettese avvicina pericolosamente le rondinelle al terzo posto in classifica occupato dai biancocelesti romani.