Domenica 26 luglio 2009 - Auronzo di Cadore, stadio Rodolfo Zandegiacomo - Lazio-Spal Cordovado 13-0


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

26 luglio 2009 - Amichevole precampionato 2009/10 - inizio ore 11.00

LAZIO I TEMPO: Bizzarri, De Silvestri, Diakite, Rozehnal, Scaloni (28' Cribari), Del Nero, Correa, Mauri, Manfredini (12' Bonetto), Meghni, Mendicino.

LAZIO II TEMPO: Muslera, De Silvestri, Diakite, Cribari, Bonetto, Del Nero, Ledesma, Meghni, Mauri, Kozak, Rocchi. Allenatore: Ballardini.

SPAL CORDOVADO: Gagliardo, Bianco, Nicodemo, Marzin, Fiorido, Santarossa, Muzatti, Toneguzzo, Bertuzzo, Francescutto, D.Francescutto. A disposizione: Tamantini, Paroccini, Zanon, Bornacin, Cicuto, Del Monte.

Arbitro: Sig. Bonavia (Portogruaro) - Assistenti Sigg. Bruno e Bolfo.

Marcatori: 21', 31', 42' Correa, 25' Saltarossa (autogol), 38’ Mendicino, 47', 57', 83' Del Nero, 49', 65', 73', 87' Rocchi, 51' Kozak.

Note:

Spettatori:


Una fase di gioco
Una delle reti biancocelesti
Un momento dell'incontro

La Lazio in un test amichevole ha affrontato la Spal Cordovado. La partita è stata vinta dai biancocelesti con il risultato di 13-0. Il mister ha voluto provare nuovi schemi e soprattutto tutti i giocatori a sua disposizione. Il primo tempo è dominato dai laziali che hanno tenuto bene il campo, al 23′ Mauri sulla fascia destra effettua un cross sul quale si avventa Correa che insacca. Due minuti dopo la Lazio raddoppia grazie ad un autogol di un giocatore della Spal. Al 31′ arriva il terzo gol grazie a Correa che batte di piatto il portiere avversario e firma la doppietta. Ma al 38′ c'è anche la gloria per Mendicino che aggancia un cross dalla trequarti da parte di Mauri e di sinistro batte il portiere. Nel finale di primo tempo è ancora Correa che firma la tripletta; i biancocelesti chiudono la prima frazione di gara sul 5-0.

Nella ripresa la Lazio parte subito alla grande e nel giro di 15 minuti realizza quattro gol. Il primo porta la firma di Del Nero che segna di testa. Passano soltanto due minuti e con uno splendido pallonetto il capitano Rocchi batte il portiere. Gli uomini di Ballardini si muovono bene e trovano l’ottavo gol grazie a Kozak. Al 57′ è ancora Del Nero che sigla la doppietta personale. Al 65′ il solito Tommaso Rocchi segna grazie ad una sponda di un compagno di squadra, dieci minuti dopo è sempre lui a battere di destro e segnare. La partita cala inevitabilmente di ritmo, ma al 38′ Del Nero firma la sua tripletta. L'ultimo gol porta la firma di Rocchi che fissa il punteggio sul 13-0.

Fonte: Datasport.it


Da La Gazzetta dello Sport:

Quattro gol per Rocchi. Tripletta per Del Nero. Amichevole semi-ufficiale ieri mattina per la Lazio ad Auronzo di Cadore. Ballardini l'ha chiesta ed ottenuta per far mettere minuti nelle gambe anche ai tanti elementi rimasti inutilizzati nel test di sabato con la Triestina (con una rosa di 35 giocatori è impossibile impiegarli tutti in un'unica partita). Avversario della Lazio-2, "rinforzata» da alcuni elementi della Lazio-1, la Spal Cordovado (formazione che milita nella Promozione friulana). Il galoppo è finito 13-0 per i biancocelesti con 4 reti di Rocchi (entrato nella ripresa dopo i 45' contro la Triestina), Del Nero (tripletta), Correa e Mendicino (una doppietta a testa) e Kozak. A completare le marcature c'è anche l'autorete del friulano Saltarossa.

Oltre a Rocchi e ai portieri Muslera e Bizzarri gli altri biancocelesti costretti al doppio impegno in 24 ore sono stati Ledesma e Cribari (quest'ultimo complice il lieve infortunio dell'argentino Scaloni, uscito dal campo dopo appena 20'). Assenti invece gli acciaccati Foggia, Inzaghi e Makinwa (il nigeriano è anche in permesso per motivi familiari). In campo, invece, il ceco Rozehnal che ha così vissuto la sua ultima giornata da laziale. Nel pomeriggio il difensore ha fatto rientro a Roma, dove questa mattina sarà formalizzata la sua cessione all'Amburgo per circa 4,5 milioni di euro. La Lazio spera di rimpiazzarlo con l'esperto uruguaiano Lugano, svincolato dal Fenerbahçe. Ieri hanno lasciato il ritiro anche Firmani, per motivi personali, e Manfredini che ha una contrattura e sarà sottoposto ad accertamenti.