Domenica 27 agosto 1961 - Roma - Lazio-Genoa 3-1


Coppa Italia 1961/62 - 1° turno.

(xxx^ ufficiale - xxx^ Coppa Italia)

Lazio: Cei, Zanetti, Eufemi, Noletti, Seghedoni, Gasperi, Bizzarri (46' Carosi), Morrone, Pinti, Mecozzi, Longoni. All. Todeschini .

Genoa: Gallesi, Bagnasco, Bruno, Piquè, Colombo, Giacomini, Bolzoni (10' Fracassa), Occhetta, Firmani, Rancati, Pantaleoni.All. Gei .

Arbitro: Grignani (Milano).

Marcatori: 9' Pinti, 11' Bizzarri, 14' Morrone , 44' Giacomini.

Note: serata afosa, terreno in ottime condizioni. Lazio in maglia bianca. Incidenti a Bolzoni e Bizzarri. Calci d'angolo: 6 - 3 a favore della Lazio.

Spettatori: 18.000 con un incasso di £.7.100.000.

La formazione laziale: Seghedoni, Mecozzi, Zanetti, Noletti, Morrone, Eufemi; Pinti, Cei, Longoni, Gasperi, Bizzarri
Eufemi lascia il terreno di gioco
Bizzarri mette a segno il secondo gol della Lazio

Primo impegno ufficiale della stagione e a Roma scende il Genoa una delle formazioni più accreditate, assieme alla stessa Lazio, del torneo cadetto ormai prossimo a iniziare. Biancocelesti privi degli infortunati Maraschi (stop di un mese per una lesione al legamento tibio-peroneale destro) e Rozzoni (sacralgia); assenti i militari Governato e Landoni. Romani che iniziano a mille la contesa e liguri subito sulla difensiva. Al 5' traversone di Mecozzi raccolto da Bizzarri e smistato per Longoni che calcia a fil di traversa. Duetto serrato Longoni - Pinti e conclusione di Morrone su cui si oppone a fatica il piede di Bagnasco. Al 9' giunge il vantaggio. Fa tutto Pinti che soffia il pallone a Gallesi in uscita quindi si allarga dribblando lo stesso portiere e il rientrante Colombo per poi mettere dentro con con una parabola in diagonale. Un gran bel goal quello del numero nove che strappa un'ovazione al pubblico del Flaminio. Due minuti dopo gran volata di Morrone sin sulla linea di fondo e cross tagliente per l'accorrente Bizzarri che anticipa il portiere di giustezza e mette dentro. Al 14' ancora una rete per i ragazzi di Todeschini. Stavolta è Morrone a realizzare raccogliendo un traversone di Pinti: pallone all'incrocio dei pali e 3 - 0 per i padroni di casa che così in cinque minuti di fuoco mettono in cassaforte il risultato. Genoa annichilito che non riesce a creare nulla d'importante mostrando un gioco lezioso e stucchevole. Rancati è l'unico a emergere dalla mediocrità espressa dagli ospiti. Solo al 44' un malinteso tra Noletti e Morrone permette a Giacomini di realizzare con un tiro che sorprende da lontano un Cei assai distratto nella circostanza. Ripresa alla camomilla e nessuna emozione da segnalare. Lazio che passa il turno agevolmente, mostrando un'ottima condizione atletica che lascia ben sperare per l'inizio del Campionato.