Domenica 29 giugno 1947 - Alessandria, stadio Giuseppe Moccagatta - Alessandria-Lazio 2-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

29 giugno 1947 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1946/47 - XXXVII giornata

ALESSANDRIA: Diamante, Pietrasanta, Rava, Arezzi, Tortarolo, Coscia, Rosso, Armano, Giorgino, Lushta, Sotgiu.

LAZIO: Giubilo, Cassano, Antonazzi, Alzani, Gualtieri, Brunetti, Puccinelli, Magrini, Lombardini, Flamini, De Andreis.

Arbitro: sig. Bernardi di Bologna.

Marcatori: st 3' Arezzi, 11' Armano, 31' Lombardini.

Note: pubblico scarso. Giornata calda e assolata. Nessun incidente, salvo un aspro battibecco tra Arezzi e Magrini conclusosi con una stretta di mano.

Cassano in posa con l'ex compagno di squadra Armano
Il biglietto del match

All'Alessandria servivano i due punti per la tranquillità in classifica, mentre la Lazio era già salva. Con queste premesse era facile prevedere un forte impegno dei grigi e una partita tranquilla dei biancocelesti. Così è stato, ma bisogna dire che la Lazio ha onorato fino in fondo il suo tradizionale spirito sportivo e ha dato vita ad una partita dignitosa e orgogliosa che ha tenuto sulle spine fino all'ultimo i tifosi alessandrini.

Sono stati due i giganti della difesa piemontese che si sono opposti con ardore agli estremi tentativi romani di pareggiare la partita: Diamante e Rava. I primi venti minuti di gara hanno visto la spinta continua dell'Alessandria. Poi la Lazio ha reagito e non ha mollato né dopo aver subito la prima rete di Arezzi, né dopo la mazzata del raddoppio di Armano. Ha ridotto lo svantaggio con Lombardini e forse, viste le forze espresse in campo, il pareggio sarebbe stato il risultato sportivamente più giusto.