Domenica 30 marzo 2003 - Barcellona - Espanyol-Lazio 0-0


ESPANYOL: Toni, Xavi Rocha, Jarque, Amaya, Navas, Fredson, Alex, Marc Bertan, Velamazan (60' Maxi), Posse (32' Morales), Oscar.

LAZIO: Marchegiani (67' Concetti), Pancaro, Colonnese, Simeone, Oddo, Gottardi (79' Setaro), Baggio, Liverani (46' Gazzi), Castroman, Inzaghi, Chiesa (83' Ceccarelli)

Arbitro: sig. Delgado

da "Il Messaggero":

A Barcellona niente gol e De la Peña in panchina

E’ finita 0-0 e con poche emozioni l’amichevole fra Lazio ed Espanyol. Una partita scialba, senza gol e senza spettacolo che ha deluso i tifosi spagnoli e che ha offerto scarse indicazioni ai tecnici delle due formazioni. La Lazio ha fatto vedere le cose migliori nel primo tempo quando ha sfiorato il gol in un paio di occasioni: la prima con Chiesa e la seconda con Inzaghi che non è riuscito ad approfittare di una corta respinta di Toni su cross teso di Oddo. Nella ripresa l’Espanyol ha fatto vedere qualcosa di più, ha reclamato anche un rigore, ma senza riuscire a dare una vera impronta alla deludente partita. Si aspettava di vedere in campo De la Peña, invece l’ex biancoceleste è rimasto in panchina e non ha giocato neanche un minuto. Assente pure Torricelli, in non perfette condizioni. Tra le note positive della Lazio, l’impiego di 3 ragazzi della Primavera: Gazzi, Setaro e Ceccarelli, che sono entrati nella ripresa. Mancini aveva voluto quest’amichevole per dare la possibilità di giocare a quegli elementi della rosa poco impiegati fino a oggi. I vari Colonnese, Gottardi, Baggio e Castroman. Per Pancaro, avviato sulla via del completo recupero, una buona occasione di rodaggio. Simeone è stato schierato da difensore centrale. Il tecnico ha concesso a tutti una giornata di riposo, fissando per domani la ripresa della preparazione in vista di un mese che si annuncia decisamente impegnativo e importante.

da "La Vanguardia" del 31 marzo 2003