Domenica 4 maggio 1930 - Roma, campo Testaccio - Roma-Lazio 3-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

4 maggio 1930 - 275. Campionato di Serie A 1929/30 - XXVI giornata - inizio ore 15.30.

ROMA: Ballante, Mattei I, De Micheli, Ferraris IV, Degni, Carpi, Benatti, Fasanelli, Volk, Bernardini, Chini Ludueña. All. Burgess.

LAZIO: Sclavi, Tognotti, Bottacini, Pardini, Furlani, Caimmi, Foni, Ziroli, Pastore, Rier, Okely III. All. Piselli.

Arbitro: sig. Gama di Milano.

Marcatori: 15' Pastore, 27' Bernardini, 40' Volk, 60' Chini Ludueña.

Note: n.d.

Spettatori: n.d.

La partita, brillantemente diretta da Gama Umberto, vide il Roma portare subito il gioco nella metà campo avversaria e mantenerlo per tutto il primo tempo. Al 15°, improvvisa doccia fredda per i giallo-rossi. Su fallo laterale, Pastore opera un breve passaggio di lato a Okely, che traversa forte sulla destra. Micheli, piazzato per il rimando, manda, per un grossolano errore, il pallone sul piede del centravanti laziale che, libero, da zero metri saetta in rete. La Roma torna all'attacco con la consueta pacatezza di gioco, animata però da una rara decisione. Al 27° Degni passa a Fasanelli, che avanza sul centro; Furlani gli si lancia contro, ma nell'urto il giallorosso resta padrone della palla e la dà a Wolk, il quale devia col pallone a Bernardini, irrompente; un forte tiro basso e il pareggio è segnato. La Roma insiste e Sclavi ha molto lavoro. Al 39' Chini lancia a Benatti: il centro alto dell'ala trova Wolk sulla traiettoria e il fiumano devia in rete di testa. All'inizio della ripresa gli azzurri sfoggiano per dieci minuti un gioco fresco e chiaro. Al 15' la Roma segna il suo terzo punto. Goal a colpo sicuro di Chini.

Fonte: La Stampa

Le due squadre in posa per il fotografo