Falchi Anna


Anna Falchi.jpg

Anna Falchi (il cui vero nome è Anna Kristiina Palomaki) è nata a Tampere, Finlandia, il 22 aprile 1972. L'attrice e modella italo-finlandese si fa apprezzare fin da giovanissima per le sue curve mozzafiato e per i lineamenti perfetti. Uno charme che deriva dal suo sangue misto: romagnola da parte di padre e lappone da parte di madre. Anna Falchi non ha avuto un'infanzia serena: suo padre, infatti, ha lasciato la moglie per un'altra donna, quando lei ed il fratello Sauro erano poco più che adolescenti. Figlia di un'indossatrice, prima di dedicarsi al cinema ed alla televisione esordisce come modella. Il suo debutto sul grande schermo avviene nel 1993, nella parte di Irene in "Il Continente Nero". Anna Falchi ha più volte dichiarato che proprio la mancanza di un genitore l'ha spronata a tentare la carriera nello spettacolo. La sua bella presenza e la vivacità la promuovono alla conduzione di due famosi show come la 40a Edizione dello Zecchino d'Oro ed Il Festival di Sanremo. Fisicamente ben dotata e totalmente disinibita, si presta in spot televisivi famosi, in calendari e fotografie piuttosto sexy. Tutti la ricordano nello spot per una marca di reggiseno push-up e in quello promozionale per la riduzione del biglietto del cinema, dove appare sotto la doccia, come in una famosa scena di "Nove Settimane e 1/2", interpretata da Kim Basinger. Il suo sogno cinematografico sarebbe interpretare un film con Roberto Benigni, intanto nel 1995 ha fatto parte del cast di "Palla di neve", un film gentile e spiritoso, al fianco di Paolo Villaggio, Alessandro Haber, Leo Gullotta, Monica Bellucci e un delizioso delfino bianco, Palla di Neve appunto. Tra le sue colleghe, Anna Falchi apprezza la spontaneità di Claudia Gerini e la sensualità di Asia Argento, mentre come modello di attrice alla quale ispirarsi, Anna Falchi sceglie Vivien Leight perché "Via col Vento" è il suo film preferito. Dal 6 dicembre 1998 fa parte della squadra di Domenica In. Ad agosto 2001 conduce lo spettacolo di RaiUno "Notte di fiaba". Negli anni dal 2002 al 2006 Anna Falchi ha rallegrato il pubblico con la sua prorompente bellezza nel film "Nessun messaggio in segreteria" con Carlo Delle Piane, mentre in teatro ha conquistato le platee con "La Venexiana", "A piedi nudi nel parco/Barefoot in the park" Nel 2007 Anna Falchi si trasforma in produttrice di un film girato a Torino, "Aspettando Godard", per sentirsi impegnatissima dopo il naufragio del suo matrimonio con Stefano Ricucci. Di dichiarata e provata fede laziale, è stata la madrina biancoceleste nei festeggiamenti del 9 gennaio 2000 in occasione del Centenario della Lazio