Fantoni (I) Juan (Ninão)


Juan Fantoni

Attaccante, nato a Belo Horizonte (Brasile) il 24 luglio 1905 (conosciuto in Brasile come Ninão, João o Juan Fantoni e in Italia come Giovanni Fantoni I). Battezzato il 12 agosto 1905 come Joanini Fantoni, figlio di Fulvio Fantoni e Rosa Marana.

Inizia a giocare con la Palestra Italia nel 1923, all'età di 18 anni, difendendo i colori del club di Belo Horizonte fino al 1930, quando viene acquistato dalla Lazio.

Con la squadra palestrina, che nel 1942 cambierà il nome in Cruzeiro, è il quinto goleador di sempre e detiene il record della più alta media di gol per club, 1,31 a partita, dato che in 127 gare giocate ha realizzato 167 gol.

E' inoltre il giocatore brasiliano che ha relizzato più gol in una partita (10 gol contro l'Alves Nogueira), titolo questo che condivide con Dada Maravilha.

Alla Lazio arriva, unitamente al cugino Octavio, nella stagione 1930/31, preludio al successivo arrivo dalla nutrito gruppo di italo-brasiliani che, la stagione successiva, andranno a costituire l'ossatura della famosa squadra definita come la Brasilazio.

Il 5 giugno 1931 nasce a Roma il secondogenito dei figli di Juan. Il figlio del Duce Benito Mussolini, simpatizzante della Lazio, promette a Juan che se la domenica successiva segnerà un gol nella partita di Torino con la Juventus, si farà carico di tutte le spese ospedaliere del neonato. La Lazio è sconfitta per 3 a 1 ma Fantoni realizza il gol della bandiera per i biancocelesti e quindi il figlio di Mussolini mantiene la promessa data. Per riconoscenza Fantoni I chiamerà il neonato con il doppio nome di Romano (in quanto nato a Roma) Benito. Il bambino sarà poi battezzato in Vaticano dal Santo Padre Pio XII.

Rimane in biancoceleste per 5 stagioni, intervallate da un breve ritorno in Brasile tra giugno e novembre del 1933. In totale colleziona 113 presenze e 39 reti in Campionato.

Nel 1935 rientra in patria e torna a vestire la maglia della Palestra Italia/Cruzeiro. Successivamente entra nel consiglio di amministrazione dello stesso club di Belo Horizonte e ne assume l'incarico di allenatore dal 1943 al 1944.

Nell'estate del 1947 accompagna in Italia il fratello Orlando e l'altro connazionale Robespierri che sono stati ingaggiati dalla Lazio.

Nel 1955 il maggiore dei due figli, Fernando, già dell'Universitad Caracas e del Vasco de Gama rimane per alcuni mesi in prova alla Lazio prendendo parte ad alcune amichevoli.



Palmares






Torna ad inizio pagina