Friggeri Attilio


L'atto di nascita di Attilio Friggeri
L'atto di nascita di Attilio Friggeri
Friggeri.jpg
Ritratto conservato nel Museo dei Granatieri a Roma
Friggeri2.jpg
La targa stradale nel quartiere Balduina
La tomba di Attilio Friggeri al cimitero del Verano a Roma
Friggeri tomba2.jpg

Nuotatore della Polisportiva Lazio, nato a Roma il 1 giugno 1915 morì in combattimento durante la Seconda Guerra Mondiale il 3 giugno 1942. Una strada del quartiere romano della Balduina è stata intitolata a suo nome. Anche l'Ospedale Militare del Celio porta il suo nome. Gli fu conferita la Medaglia d'Oro al Valore Militare con questa motivazione: Ufficiale medico di provata capacità professionale, animato da vibrante spirito combattivo e patriottico, a seguito di un violento attacco, condotto di sorpresa da rilevanti gruppi nemici contro un nostro posto avanzato, si offriva volontariamente ed otteneva di partecipare all’azione di soccorso. Durante gli aspri combattimenti che ne seguirono, visto cadere un comandante di plotone ed intuendo la crisi che si sarebbe determinata nel reparto e che avrebbe messo in grave situazione l’intera compagnia duramente impegnata, ne assumeva il comando e, rinfrancandone con l’esempio lo spirito combattivo, lo guidava nuovamente all’assalto. Colpito a morte, prima di spirare ordinava ai pochi granatieri che gli erano intorno di non curarsi di lui e di proseguire tenacemente l’azione. Esempio sublime di alte virtù militari ed assoluto sprezzo della vita. — Slebic - Slovenia, 3 giugno 1942.