Giglietti Luciano


Luciano Giglietti
Luciano Giglietti


Portiere, nato a Roma il 13 dicembre 1939. Dopo gli esordi con il Flaminio, entra a far parte della Lazio all'età di 14 anni. Dopo tutta la trafila nel settore giovanile, nel 1957/58 è inserito nella Rosa di Prima Squadra con cui esordisce in occasione di Napoli-Lazio 0-4 di Coppa Italia del 6 luglio 1958 subentrando a Cei nel corso del secondo tempo. Nell'occasione riesce a parare un rigore calciato da Pesaola. Questo incontro, che rimarrà la sua unica presenza in una competizione ufficiale, gli consente di iscrivere il proprio nome tra vincitori della Coppa Italia 1958. Nel 1960/61 passa in prestito alla Salernitana in serie C. La stagione successiva è militare ad Orvieto e viene nuovamente ceduto in prestito al Brindisi in serie D. Seguono altri due prestiti prima in serie C al Taranto (mentre sta ultimando il servizio militare a Trani) e poi in serie D al CRAL Cirio. Successivamente, nell'estate 1964, stanco di girovagare tra una città e l'altra, cerca una occupazione di lavoro e viene assunto dal Comune di Latina. Si trasferisce quindi nel capoluogo pontino e dopo aver riscattato la lista dalla Lazio prosegue l'attività calcistica con la squadra locale. Nella stessa stagione con il Latina vince il campionato di Prima Categoria Laziale e ottiene la promozione in Serie D. Con il calcio praticato ormai solo per divertimento, dopo alcune stagioni con i nerazzurri passa in seguito al Velletri e poi al Gaeta. Nel 1970 lascia il calcio giocato e ottiene il brevetto di allenatore di terza categoria. Allena quindi alcune squadre di prima e seconda categoria tra cui il Priverno e il Pantanaccio. Nell'ottobre del 1978 decide di lasciare l'Italia e di trasferirsi con tutta la famiglia a Sidney in Australia, paese di origine della propria moglie. Qui a parte qualche partita di carattere amatoriale con gli amici da giocatore e non da portiere, prosegue l'attività sportiva dedicandosi principalmente al tennis. In coppia con la moglie partecipa, aggiudicandosi spesso, a vari tornei seniors di doppio misto. Nel corso della sua permanenza alla Lazio, Giglietti ha avuto modo di conquistare diversi trofei giovanili di categoria. Da ricordare soprattutto il prestigioso Torneo di Cannes del 1958 nel quale, tra l'altro, il suo ruolo è stato fondamentale per la vittoria finale quando, nella decisiva partita con il Norimberga, sul punteggio provvisorio di 1-1, ha neutralizzato un calcio di rigore. Non molto felice per lui invece la stagione 1959/60. Pur facente parte della rosa di prima squadra, si è trovato ad affrontare la concorrenza degli altri quattro portieri in organico (Lovati, Cei, Pezzullo e Bellagamba) ed è stato costretto a cimentarsi spesso nel ruolo di centromediano sia in occasione delle partite di allenamento infrasettimanali che nel corso di alcune amichevoli.

Palmares