Giovedi 18 febbraio 2010, Roma centro sportivo di Formello - Lazio-Nuova Tor Tre Teste 9-0


Stagione

Giovedì 18 Febbraio 2010, Centro sportivo di Formello ore 15:00

S.S. Lazio - Nuova Tor Tre Teste 9-0 (3-0)

LAZIO: (primo tempo) Muslera, Diakitè, Stendardo, Siviglia, Lichtsteiner, Hitzlsperger, Ledesma, Mauri, Del Nero, Zarate, Floccari.

LAZIO: (secondo tempo) Berni, Biava, Dias, Diakitè, Scaloni, Firmani, Matuzalem, Hitzlsperger, Bonetto, Makinwa, Cruz. All. Reja.

NUOVA TOR TRE TESTE: (primo tempo) Galassi, Buglione, Fabio, Valerio, Petrangeli, Delle Monache, Urbani, Quadrini, Tarantino, Volpi, Di Giulioantonio.

NUOVA TOR TRE TESTE: (secondo tempo) Capostagno, Sciamanna, Merli, Moi, Fumelli, Priori, Brisciana, Balzani, Corsi, D'Orazio, Romozzi. All. Greco.

MARCATORI: 4' pt Zarate, 9' pt Floccari, 32' pt Zarate, 5' st Matuzalem, 7' st Hitzlsperger, 22' st Makinwa, 24' st Makinwa, 27'st Firmani, 38' st Cruz.

NOTE: allenamento a porte aperte svoltosi alle presenza di circa 1000 tifosi. Durante l'intervallo tra il primo e il secondo tempo il giocatore Fabio Firmani ha consegnato una maglia ai genitori di Roberto Ielasi, il ragazzo, appartenente alla Polisportiva Prenestina, deceduto in un incidente stradale il 10 Gennaio 2010.


FORMELLO – Il centro sportivo biancoceleste torna all’antico e riapre ai tifosi. Presso il quartier generale capitolino torna di moda l’amichevole infrasettimanale a porte aperte. Una sana e vecchia abitudine riproposta da Edy Reja a distanza di quasi 9 mesi dall’ultima occasione. Era il 28 maggio del 2009, quando Delio Rossi e la Lazio consumavano gli ultimi giorni di un sodalizio terminato poi in modo burrascoso durante l’estate. La blindata Formello toglie le catene e apre all’abbraccio di oltre 1000 sostenitori che, nonostante una stagione travagliata ed ancora tutta da salvare, non hanno perso la voglia di stringersi intorno ai propri calciatori. Il destino ha voluto che l’atteso ritorno al passato avvenisse proprio in prossimità della sfida contro Mastro Delio, “fautore accanito” dei test infrasettimanali. Lo sparring partner di turno (ai tempi fu l’Associazione Vastogirardi) questa volta è la Nuova Tor Tre Teste, formazione di Eccellenza, contro la quale il tecnico friulano sta provando un undici che difficilmente scenderà in campo al “Renzo Barbera”. Una formazione condizionata dall’influenza che nei giorni scorsi ha colpito lo spogliatoio biancoceleste (anche nella giornata odierna ha tenuto ai box Rocchi, Kolarov, Baronio e Brocchi. Per i prime tre lavoro differenziato, assente l'ex rossonero), dall'indisponibilità di Radu e dalla volontà da parte di Reja di testare gli elementi meno utilizzati. Novità in tutti i reparti: in difesa Siviglia e Diakitè affiancano Stendardo (con Biava inizialmente fuori), mentre a metà campo a sorpresa è stato schierato dall'inizio il tedesco Hitzlsperger al fianco di Ledesma e Mauri. Un test significativo per l'ex Stoccarda che nel caso in cui Brocchi non recuperasse potrebbe essere preferito a Firmani. Sulla corsia mancina, Del Nero fa le veci di Kolarov, mentre in avanti il compagno di reparto di Floccari è Mauro Zarate che, complice anche il perdurare dello stato influenzale che ha colpito Rocchi, continua a guadagnare posizioni in vista della trasferta in terra siciliana. Dabo e Foggia hanno proseguito i loro protocolli riabilitativi.

La prima frazione di gioco si chiude con la Lazio avanti di tre reti, grazie alla doppietta di un ispirato Mauro Zarate e di una marcatura di Sergio Floccari. L’indicazione più importante dal punto di vista tattico riguarda Hitzlsperger. Inizialmente schierato come vice Brocchi sul centro destra del centrocampo, dopo pochi minuti la sua posizione è stata invertita con quella di Mauri: sul centro sinistra, il mancino tedesco è sembrato più a suo agio e l'ha dimostrato in particolare al 22’ e al 37’, quando ha sfiorato la via della rete con due potenti diagonali scagliati dal vertice sinistro dell’area di rigore. L’incontro si è sbloccato dopo appena 5’, grazie ad un veloce contropiede innescato da Floccari e concluso a rete da Zarate; l’attaccante di Vibo Valentia si è poi confermato protagonista dopo appena 4’, quando ha chiuso in gol una pregevole manovra, partita da una verticalizzazione di Ledesma e rifinita dallo svizzero Lichtsteiner. Il terzino elvetico prima ha raggiunto il fondo grazie ad uno scambio di prima con Mauri, poi ha servito un assist con i fiocchi, impossibile da fallire per l’ex genoano. Al 31’ ancora Zarate ha portato a tre le segnature con la complicità dell’estremo difensore della Tor Tre Teste.

Nella ripresa il tecnico biancoceleste ha mischiato le carte, tenendo in campo i soli Diakitè e Hitzlsperger ed inserendo Berni in porta, Biava e Dias in difesa, Scaloni, Firmani, Matuzalem e Bonetto a centrocampo e la coppia CruzMakinwa. Sono continuati gli esperimenti tattici sull’ex Stoccarda che ha giocato gran parte della seconda parte di gara come perno centrale davanti alla difesa, dopo essersi alternato sul centro-destra con Mauri (nel primo tempo) e sul centro-sinistra con Matuzalem. Il brasiliano, infatti, ha giocato il primo quarto di tempo nella sua posizione prediletta, quella di regista basso alla Ledesma, per poi traslocare sul versante mancino. A prescindere dalla posizione occupata in campo, Matuzalem ha mostrato una buona condizione fisica, impreziosita in apertura di tempo da un grande conclusione dalla distanza che si è insaccata alla sinistra del portiere. Dopo pochi minuti è stato proprio Hitzlsperger a firmare il pokerissimo, concludendo con freddezza e precisione un’iniziativa personale nel cuore dell’area. A metà tempo, è salito in cattedra Makinwa che nell’arco di 4’ ha messo a segno una doppietta di buona fattura (tap-in a porta sguarnita nella prima circostanza, interno destro preciso a concludere un rapido contropiede nella seconda). In chiusura di incontro le restanti due marcature: prima Firmani ha depositato in fondo al sacco un bel cross dal fondo di Scaloni, poi Cruz (poco prima aveva colpito una traversa di testa) ha girato in rete di sinistro una sponda aerea di Makinwa. Il risultato finale recita Lazio-Nuova Tor Tre Teste 9-0.