Inselvini Fausto


Fausto Inselvini
Fausto Inselvini

Mediano, nato a Travagliato (BS) il 15 dicembre 1951.

Cresciuto nelle giovanili del Brescia esordisce in Serie A il 24 gennaio 1970 in Cagliari-Brescia 4-0. Con i lombardi gioca 90 partite segnando 2 reti. Viene acquistato nell'ottobre 1973 dalla Lazio, come rincalzo per i titolari, ma l'infortunio di Luciano Re Cecconi gli spiana la strada della prima squadra dove colleziona 11 presenze giocando in quasi tutti i ruoli. Poliedrico e tutta sostanza, riesce sempre a completare i compiti tattici assegnatigli. Dopo avere giocato nella Nazionale Juniores, in quella di Lega Serie B Under 23 e Under 25 e nella nazionale Militare, entra nel giro della nazionale Under 23 dove viene convocato (senza scendere in campo) il 29 settembre 1974.

Ad ottobre del 1974 viene ceduto al Foggia, con il quale colleziona un'altra convocazione nella Under 23. Con i rossoneri pugliesi gioca 51 gare, con 5 reti, contribuendo alla promozione in Serie A nella stagione 1975/76. La stagione successiva è ceduto alla Sambenedettese, ma un grave infortunio (frattura tibia e perone della gamba sinistra) pregiudicherà successivamente la sua carriera. Rimane inattivo per molto tempo, viene tesserato dal Taranto, e nel 1978/79 milita nel Barletta (21 presenze e due reti). Nel 1979/80 trova un ingaggio all'Alessandria: per lui 28 partite ed un gol. Chiude la carriera l'anno successivo al Barletta dove gioca 29 gare segnando una rete in C2. Ha allenato Telgate, Orsa Iseo, Lonate, Manfredonia, Siderno, Marsala, Rionero in Vulture. Dopo un breve periodo come osservatore per il Milan, riprende ad allenare il Crema e San Severo. In tempi più recenti è stato osservatore per il Brescia ed il Chievo.

Con la Lazio colleziona 11 presenze in Campionato, 8 in Coppa Italia e 2 in Coppa UEFA. Albo D'Oro: Campione d'Italia 1974.



Palmares






Torna ad inizio pagina