Lunedi 8 Gennaio 2007 - Dubai, Al-Maktoum Stadium Lazio-Olimpique Marseille 3-1


Stagione

Gara successiva

8 gennaio 2007 - Torneo di Dubai - gara 1

LAZIO: Ballotta, Behrami (46' Bonetto), Stendardo, Cribari (65' Siviglia), Zauri, Mudingayi (42' Firmani), Ledesma, Mutarelli, Mauri (91' Belleri), Pandev (70' Foggia), Rocchi (70' Makinwa). Allenatore: D.Rossi.

OLYMPIQUE MARSEILLE: Mamel, Camara (75' Bocaly), Beye, Civelli, Taiwo, Nasri (63' Valbuena), M' Bami, Olembe (87' N' Diaye), Maoulida (83' Bamogo), Ribery (46' Niang), Cisse (46' Pagis). Allenatore: Emon.

Arbitro: Sig. Mohammed Aber (Emirati Arabi Uniti).

Marcatori: 21' Mauri, 28' Nasri, 76' Makinwa, 86' Foggia (rig).

Note: espulso al 90' Siviglia per gioco scorretto. L'altra gara, Benfica-Bayern Monaco, si è conclusa con il risultato di 0-0. Passa in finale il Benfica che vince ai calci di rigore per 4-3.

Spettatori: 2.000 circa.


Un momento dell'incontro
Un articolo di giornale
Abbracci biancocelesti

Dal Corriere della Sera:

La Lazio si riprende la sua piccola rivincita sull'Olympique Marsiglia, "vendicando" l'eliminazione in Intertoto di due anni fa, anche se quella di ieri pomeriggio era soltanto un'amichevole. Nella "Dubai Cup" infatti la formazione di Delio Rossi ha battuto 3-1 i francesi grazie alle reti di Mauri, Makinwa e Foggia su rigore. Di Nasri il momentaneo pareggio del Marsiglia. Nel finale espulso Siviglia per gioco scorretto. Alla partita ha assistito anche Sven Goran Eriksson, tecnico dello scudetto biancoceleste del 2000. La Lazio domani in finale incontrerà i portoghesi del Benfica che hanno sconfitto il Bayern Monaco per 4-3 dopo i rigori. Intanto il brasiliano Cesar vorrebbe tornare alla Lazio. "Mi piacerebbe moltissimo, anche se so che non è semplice. L'Inter, comunque, sarebbe disposta a pagare gran parte del mio ingaggio".


La Gazzetta dello Sport titola: "La Lazio negli Emirati si tuffa nell'oro. Già guadagnato oltre un milione dopo il 3-1 al Marsiglia. E Mauri festeggia il compleanno con un gol".

Continua la "rosea": Un espulso, quattro ammoniti, due principi di rissa. E meno male che era un'amichevole... Ma un po' perché le sfide italo-francesi sono a rischio corrida, un po' perché il montepremi della Dubai Cup invitava a non tirare indietro la gamba, Lazio e Marsiglia hanno affrontato come fosse una partita vera la sfida inaugurale del torneo organizzato dagli emiri senza badare a spese. La Lazio l'ha spuntata per 3-1 al termine di una vera battaglia. Ma ne è valsa la pena, perché ora la formazione biancoceleste si è già assicurata 1 milione e 150.000 euro. Sì proprio così, perché oltre al gettone di presenza da 500.000 euro, il montepremi del quadrangolare arabo prevede premi da 650.000 euro per la seconda e di 1 milione per la vincitrice. Così è molto probabile che nella finale di domani con il Benfica (che nell'altra semifinale ha superato ai rigori il Bayern) i biancocelesti (che ritroveranno Peruzzi e Oddo) diano vita a una replica della prova tutto carattere fornita contro il Marsiglia. Bene Mauri, a segno nel giorno del suo compleanno, e Rocchi. Ma decisivi sono risultati Makinwa e Foggia nel finale. Tra i francesi si è fatto ammirare un Ribery che, superato l'infortunio, sta tornando su grandi livelli. La Juve fa bene a tenerlo nel mirino, ma deve muoversi perché piace anche al Bayern.


Da La Repubblica:


La Lazio festeggia i 107 anni battendo il Marsiglia 3-1 a Dubai. "Quella sconfitta in Intertoto non mi è mai andata giù, ci siamo presi la rivincita", il commento di Rossi, soddisfatto per la buona prestazione. Nel primo tempo gol di Mauri e pareggio di Nasri, nella ripresa reti di Makinwa e poi di Foggia su rigore. Siviglia, entrato nel secondo tempo, è stato espulso all'89'. Negativa la prova di Behrami come vice-Oddo: ha sofferto gli spunti di Ribery; infatti dal 46' Rossi ha schierato Zauri a destra e Bonetto a sinistra. "Ma Behrami non stava bene", lo ha difeso il tecnico. Domani alle 17.45 la finale con il Benfica: se vince, la Lazio incasserà in tutto 1,5 milioni di euro; 1,150 se arriva seconda. Novità su Oddo: ieri Galliani ha chiamato Lotito e gli ha offerto 7,5 milioni più l'intero cartellino di Foggia; è la proposta definitiva, ma il presidente biancoceleste resiste: "Voglio 9 milioni e Foggia", la risposta. Che ha fatto arrabbiare il capitano: lui la sua decisione l'ha presa e spera che entro un paio di giorni la situazione si sblocchi. Il Milan è convinto che l'affare andrà in porto e, in questo caso, non schiererà Oddo contro la Lazio il 21. Altro problema: Lotito pretende il pagamento in un'unica rata, mentre Galliani chiede di versare i 7,5 milioni in tre anni. Intanto Cesar a Radio Flash dichiara: "Sogno di tornare alla Lazio"; ma al momento Lotito e Rossi non sono interessati; probabile che finisca al Toro con Zaccheroni. In attesa di depositare il contratto di Jimenez, il presidente si gode il buon momento della squadra: "Si possono ottenere risultare decorosi anche in economia", ha detto a Radio Anch'io. Stamattina alle 10,30, presso l'aula Giulio Cesare in Campidoglio, Roma celebra i 107 anni della S.S. Lazio, la polisportiva più grande d'Europa; all'iniziativa, promossa dal club "Lazio in Campidoglio", parteciperà anche il sindaco Veltroni.