Mercoledì 2 ottobre 1968 - Roma, stadio Flaminio - Lazio-Arezzo 4-0


LAZIO: Fioravanti, Zanetti, Rinero (46’ Masiello), Onor (46’ Rinero), Soldo (46’ Fontana), Marchesi (46’ Martella), Massa (46’ Brai, 80’ Papi), Morrone (46’ Marchetti), Di Giovanni (46’ Lorenzetti), Lorenzetti (46’ Morrone), Dolso.

AREZZO: Gennari (46’ Nardin), Vezzoso (46’ Squarcialupi), Monticolo (46’ Rizzolini), Scazzola (46’ Alterini), Bendatto (46’ Scazzola), Farina (46’ Bartolomei), Donatello, Rumignani (46’ Corassari), Falasconi (46’ Michesi, 78’ Falasconi), Orlandi (46’ Arrais), Mantovani (46’ Palmini).

Arbitro: Sig. Malfino.

Marcatori: 35’ Massa, 62’ Morrone, 70’ Zanetti, 84’ Lorenzetti.

NOTE: pomeriggio di sole, terreno in ottime condizioni. Al 57’ Lorenzetti ha fallito un calcio di rigore. Calci d'angolo: 5-1 (3-0) per la Lazio.

Spettatori: 5.000 circa.

Morrone in azione
In attesa del debutto casalingo in Campionato contro il temibile Genoa, la Lazio affronta l'Arezzo in amichevole. Romani privi di alcune pedine essenziali come Mazzola(II), Governato, Ghio e Cucchi. Per buona parte del primo tempo sono gli ospiti toscani a menare le danze poi poco a poco escono alla ribalta i biancocelesti. Goal d'apertura al 35' con Massa che raccoglie un calcio dalla bandierina di Lorenzetti e con un gran tiro al volo insacca all'angolino. Nella ripresa arrivano altre tre reti. Morrone segna di testa su cross di Zanetti al 62' e l'argentino ricambia la cortesia al compagno otto minuti più tardi. L'ultima segnatura giunge poco prima del termine con Lorenzetti che con un bel rasoterra si fa perdonare un precedente errore dal dischetto.
2ott68.jpg
Una fase di gioco con Onor protagonista