Mercoledì 4 agosto 1993 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Olimpique Marseille 0-1


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

4 agosto 1993 - Amichevole precampionato 1993/94

LAZIO: Marchegiani, Negro, Favalli, De Paola (46' Di Matteo), Bergodi, Cravero (75' Marcolin), Bacci, Winter, Saurini, Gascoigne (75' Stroppa), Signori. A disp.: Orsi, Corino, Sclosa, Di Vaio. All. Zoff.

OL. MARSIGLIA: Barthez, Fugier, Thomas (46' Di Meco), Boli, Henry (46' Pruner), Desailly, Casoni (46' Boksic), Boghossian (46' Dutuel), Voller, Stojkovic (46' Futre), Ferreri (46' Deschamps). All. Bourrier.

Arbitro: Cinciripini (Ascoli Piceno).

Marcatori: 28' Thomas.

Note:

Spettatori:25.000 circa.

La formazione iniziale dei biancocelesti: Negro, Winter, De Paola, Gascoigne, Bergodi, Marchegiani; Favalli, Bacci, Cravero, Saurini, Signori

La confusa squadra di Zoff perde anche con il Marsiglia. Lazio vs Olympique Marsiglia 0-1.

ROMA. Dopo tre batoste consecutive rimediate all'estero, la Lazio si presenta ai suoi tifosi con un' amichevole di lusso. Davanti alla squadra di Dino Zoff c'è l'Olympique Marsiglia campione d'Europa, una partita che per certi versi potrebbe assumere il sapore di una beffa per i 20 mila fans biancazzurri accorsi alla kermesse organizzata dal presidente Cragnotti: al momento di scendere in campo infatti nessuno ancora conosce il destino di Alen Boksic, il centravanti croato del Marsiglia al centro di frenetiche trattative. Comincia il match e Boksic è in panchina: un segnale preciso ? Beccato dai tifosi, Rudy Voller si mette subito in evidenza. La Lazio si rende pericolosissima dopo sei minuti: Bacci, lanciato da Gascoigne, si presenta solo davanti a Barthez ma i piedi non sono degni dell'occasione. Le due squadre giocano un buon calcio, ma raramente si arriva in zona tiro. Al 20' calcio d'angolo per il Marsiglia e il "vecchio" Voller, migliore in campo in assoluto, svetta su tutti, Marchegiani è battuto, ma salva Favalli sulla linea. Alla mezz'ora, ancora lo scatenato Voller si produce in un applauditissimo dribbling in area e impegna Marchegiani in una parata a terra. Il Marsiglia preme e passa in vantaggio un minuto dopo: punizione dal vertice sinistro dell'area laziale, Thomas inventa una traiettoria beffarda: Marchegiani blocca il pallone ma lo trascina al di là della linea. E gol: il fantasma di Valerio Fiori aleggia sull'Olimpico. La Lazio è spenta e stanca, Gascoigne è su tutti i palloni ma raramente illumina il gioco, Signori non è ancora lo splendido folletto della scorsa stagione. I francesi sfiorano il raddoppio poco dopo, prima ancora con Voller e poi con Desailly. Nella ripresa entra in campo Boksic e la Lazio si getta subito all' attacco. Winter coglie il palo dopo due minuti, poi Signori con una deliziosa girata al volo esalta le doti acrobatiche del portiere francese. Il centravanti croato si fa vedere per un paio di impressionanti progressioni, ma niente di più. Dalla panchina del Marsiglia spunta anche un'altra meraviglia del calcio internazionale, il portoghese Paolo Futre. Al 72', un errato disimpegno difensivo del Marsiglia offre a Winter un gol ma l' olandese spreca ciabattando alto. La Lazio si batte con coraggio, sfiora il gol in altre occasioni e, alla fine, meriterebbe il pari. Basile Boli è però un centrale con i controfiocchi e quando il pallone arriva dalle sue parti è davvero ostico passare. Al triplice fischio la partita più difficile doveva ancora cominciare. Chissà se Sergio Cragnotti riuscirà a segnare quel gol chiamato Boksic nella rete di Bernard Tapie... l. c. (Coldagelli Luigi)

Pagina 27 (5 agosto 1993) - Corriere della Sera