Mercoledì 4 novembre 1959 - Roma, stadio Flaminio - Lazio-Palermo 2-1 dts


Coppa Italia 1959/60 – Ottavi di finale.

(xxx^ ufficiale - xxx^ Coppa Italia)

Lazio: Cei , Lo Buono , Del Gratta , Pozzan, Janich , Prini, Visentin ,Tozzi (Humberto), Rozzoni, Franzini , Fumagalli.D.T. Bernardini .

Palermo: Anzolin, De Bellis, Sereni, Valadè, Grevi, Malavasi, Sacchella, Latini, Vernazza, Bernini, Lonardi. All. Vycpalek .

Arbitro: Gambarotta (Genova).

Marcatori: 41' Rozzoni , 50' Lonardi, 118' Pozzan .

Note: tempo bello, terreno in buone condizioni.Calci d'angolo : 15 - 2 a favore della Lazio.

Spettatori: 8.000 circa.

Il gol di Rozzoni
Rozzoni e Vernazza escono dal campo. A sinistra si riconosce il giovanissimo raccattapalle Gianni Masiello, futuro terzino della Lazio a metà degli anni '60, Archivio fotografico l'Unità

Un goal di Pozzan a due minuti dallo scadere dei tempi supplementari assicura alla Lazio il passaggio di turno in Coppa Italia. E' una vittoria faticosa quanto meritata quella dei biancocelesti che trovano sulla loro strada un Anzolin in giornata di grazia. Il vantaggio dei padroni di casa matura al 41' allorché Pozzan opera un gran lancio a favore di Visentin che giunto sul fondo crossa "al bacio" per la testa di Rozzoni che da pochi passi non sbaglia. Nel primo minuto della ripresa sandwich di Valadè e Grevi che stendono in maniera netta Tozzi (Humberto) nel cuore dell'area siciliana. Gambarotta tra le proteste vibranti lascia continuare. Nel giro di pochi minuti la Lazio invece di passare sul rassicurante 2 - 0 subisce il pari degli ospiti. Sgroppata di Latini e cross calibrato per la testa di Lonardi. Cei sfiora il pallone che termina in rete. Allo scoccare dell'ora di gioco matura la grande opportunità di tornare in vantaggio. Malavasi atterra Tozzi (Humberto) e stavolta Gambarotta indica il dischetto del rigore. L'esecuzione di Prini seppur forte non è adeguatamente angolata e così Anzolin riesce a deviare con la punta delle dita il pallone sul palo e un difensore poi riesce ad allontanare. Poco prima dello scadere dei novanta regolamentari grande occasione costruita dal volitivo Visentin, ma Grevi riesce a recuperare nel momento dell'ormai facile conclusione a rete. Si va così ai supplementari dove si segnala solo una grande occasione che vede protagonista ancora Visentin. Il giovane attaccante penetra nell'area avversaria, riuscendo ad aggirare anche Anzolin, il quale però, con un recupero incredibile, evita un goal che appariva ormai fatto. A due dal termine, quando il ricorso alla serie dei 6 rigori appare inevitabile, giunge la rete della vittoria.Tozzi (Humberto) lancia sull'out destro Pozzan cha da posizione estremamente defilata lascia partire un tiro a parabola che supera Anzolin: il pallone tocca la parte interna del palo e s'insacca tra il tripudio degli ottomila del Flaminio.