Mercoledi 21 giugno 1972 - Sofia, Stadion V. Levski, Bulgaria-Italia 1-1


Stagione 1971/72 - Incontro amichevole - ore 19.00

BULGARIA: Goranov, Zafirov, Jonov, Zhechev, Kolev, Penev (cap.), Dimitrov (46' Denev), Bonev, Michailov (63' Petcov), Stoianov, Panov. Allenatori: Ormandgjev e Mladenov.

ITALIA: Albertosi, Spinosi, Marchetti, Bedin (59' Benetti), Rosato, Burgnich, Causio, S.Mazzola (cap.), Anastasi (46' Chinaglia) [1], Capello, Prati. C.T. Valcareggi.

Arbitro: Katsoras (Grecia).

Marcatori: 42' Bonev, 50' Chinaglia.

Note:

Spettatori: 16.500 circa per un incasso di L. 9.000.000 circa.

Il titolo de "Il Tempo"
Una vignetta che raffigura la rete di Chinaglia

La seconda partita della tournée nei Balcani vede gli azzurri pareggiare con la Bulgaria. Gli azzurri non brillano per idee e gioco mostrando segni di stanchezza dopo un campionato massacrante. Nel primo tempo gli azzurri subiscono gli attacchi dei bulgari che centrano una traversa con Dimitrov. Risponde Mazzola che, nell'unica azione azzurra, colpisce un palo con un destro dal limite. Al 42' passa la Bulgaria con una punizione magistralmente calciata da Bonev.

Nella ripresa l'esordio per Chinaglia che sostituisce uno spento Anastasi. E' proprio l'attaccante biancazzurro che pareggia al 50' saltando il portiere Goranov ed infilando con un diagonale di sinistro. Niente male per un giocatore che fino a tre giorni prima calcava i campi della serie cadetta. La partita finisce qui e stancamente si porta al 90° annoiando i tifosi presenti.