Nedved Pavel


Pavel Nedved
Con il "Double" sulla maglia

Centrocampista, nato a Cheb (Repubblica Ceca) il 30 agosto 1972.

Cresciuto prima nel TJ Skalná, dove inizia a calciare nel 1977 e poi dal 1985 nel RH Cheb, passa al glorioso Dukla Praga dove viene promosso in prima squadra nel 1991. Nella stagione 1992/93 viene acquistato dallo Sparta Praga con cui gioca per cinque stagioni, realizzando 26 reti. Nel 1996 è protagonista di un Campionato Europeo brillante arrivando in finale con la sua Nazionale, al termine del quale, fortemente voluto dal tecnico biancoceleste Zdenek Zeman, passa alla Lazio che vince l'asta con il PSV Eindhoven che aveva puntato gli occhi su di lui. Nel primo campionato di Serie A in maglia biancazzurra trova per undici volte la via della rete. Nella stagione 1997/98 centra il suo primo trofeo italiano, la Coppa Italia, mentre perde la finale di Coppa UEFA. La stagione successiva rifiuta un sontuoso contratto offertogli dall'Atletico Madrid e, malgrado un infortunio che lo blocca per molto tempo, vince la Supercoppa Italiana (realizzando una delle due reti) e la Coppa delle Coppe dove realizza la marcatura decisiva per poi dar sfogo ad un'esultanza che contagia lo stadio.

La stagione 1999/00 inizia con la vittoria in Supercoppa Europea contro il forte Manchester United. Realizza 5 reti tra cui 2 "storiche": la prima contro il Bologna nel giorno del Centenario della Lazio, e l'altro nel derby di ritorno vinto dalla Lazio per 2-1 e che riapre la rimonta sulla Juventus. Nell'ultima giornata si laurea Campione d'Italia nel finale drammatico di quel torneo. Nell'ultima sua stagione realizza 13 gol vincendo la Supercoppa Italiana. A fine stagione la Lazio è costretta a cederlo, dopo cinque anni, per far cassa e viene acquistato dalla Juventus. Con i bianconeri gioca otto campionati (247 presenze e 51 reti), vincendo il Pallone d'Oro nel 2003 ed il premio Guerin d'oro per la stagione 2002/03.

Giocatore moderno, instancabile, tecnico, veloce, gioca a tutto campo e pressa. Inoltre è dotato di un tiro fortissimo con ambedue i piedi che gli ha permesso di segnare molte reti. La sua permanenza alla Lazio è coincisa con i più grandi trofei conquistati dalla società nella sua intera storia.

Con la Lazio colleziona 138 presenze e 33 reti in Campionato. Campione d'Italia nella stagione 1999/00. Nel febbraio 2009 annuncia il suo ritiro dal calcio giocato al termine della stagione. Nell'ottobre 2010 diventa uno degli undici componenti del CdA della Juventus.



Palmares





Torna ad inizio pagina