Piscedda Massimo


Massimo Piscedda
Massimo Piscedda

Difensore, nato a Roma il 14 marzo 1962.

Cresciuto nella Società, viene ceduto in prestito al Siena ed alla Sanremese (con la quale colleziona 4 convocazioni e tre presenze nella Lega Nazionale Serie C Under 21). Torna alla Lazio nella stagione 1983/84 giocando molte partite da titolare.

Dopo il prestito al Taranto in Serie B per una stagione, torna alla Lazio, ma rifiuta la cessione alla Ternana in serie C1 e viene messo fuori rosa per quasi tutto il campionato. Sarà richiamato in campo nelle ultime tre partite. Resta per altre quattro stagioni con la maglia biancoceleste. In totale disputa 6 stagioni in maglia biancoceleste.

Nel 1990 viene ceduto all'Avellino, poi giocherà nell'Ascoli. Piscedda, difensore generoso e poliedrico, ha sempre giocato con impegno e dedizione per i colori biancocelesti. Da ricordare il suo cross per la testa di Poli, contro il Campobasso (5 luglio 1987) che, segnando, permise alla Lazio di rimanere in Serie B negli spareggi di Napoli nell'anno della penalizzazione di nove punti.

Con la Lazio colleziona 97 presenze e 1 rete in Campionato.

Intraprende la carriera di allenatore e nel 2006/07 diventa allenatore in seconda di Giordano nel Messina. Attualmente lavora per la F.I.G.C. come selezionatore della Under 21 di B (dal settembre 2011 denominata B Italia), dopo essere stato responsabile delle Nazionali italiane Under 18 e Under 19.

Rassegna stampa: