Sabato 11 settembre 1971, Roma, stadio Olimpico - Lazio-Bologna B 2-0


Stagione

11 settembre 1971 - VII^ amichevole pre-campionato 1971/72

LAZIO: Di Vincenzo, Oddi, Martini (46' Nanni), Wilson (44' Caroletta), Polentes, Gritti, Manservisi, Massa (46' Dolso), Fava, Fortunato, Vulpiani. A disp.: Bandoni. All. Maestrelli.

BOLOGNA B: Adani, Montanari, Sabadini, Prini, Caporale, Righi, Ghetti, Lena (54' Posocco), Landini II, A.Scala, Pasqualini (75' Grop). A disp.: Testa.

Arbitro: Motta.

Marcatori: 10' Manservisi, 79' Manservisi.

Note: la Lazio ha giocato con il lutto al braccio per la morte di Sante Ancherani per il quale le due squadre hanno osservato prima dell'incontro un minuto di raccoglimento. Infortuni di gioco a Wilson (contusione alla coscia destra) e a Martini (leggero stiramento all'inguine). Ammonito Caporale per gioco falloso. Calci d'angolo: 5 - 2 per il Bologna.

Spettatori: 8.187 per un incasso di £.6.686.000.

Da questa amichevole organizzata per sopperire al turno di riposo in Coppa Italia che le due squadre osserveranno il giorno successivo, Maestrelli ricava diverse interessanti indicazioni. In primis lo stato di forma di Manservisi che illumina con le sue giocate e due reti la notte dell'Olimpico e quindi le prove di un incisivo e continuo Gritti sulla linea mediana e del giovane Oddi che mostra in campo l'autorità di un veterano. Discreta è la prova di un altro giovane come Vulpiani mentre Fava, schierato al posto di Chinaglia, delude le aspettative ancora una volta. La prima rete di Manservisi è un piccolo gioiello. Wilson in proiezione offensiva serve Fortunato che crossa al centro dove "Uccellino" in mezza rovesciata fulmina Adani. Davvero un gesto tecnico e atletico di rilievo quello dell'ala destra. Il raddoppio è siglato al 79' dallo stesso calciatore che raccoglie in corsa un invito di Gritti e spedisce in fondo alla rete avversaria. Per il Bologna, protagonista di una partita assai opaca, un solo sussulto al 35' quando Lena coglie la traversa con un gran tiro e sulla respinta Landini II non sa concretizzare la facile occasione.