Sabato 30 aprile 1960 - Roma, stadio Flaminio - Lazio-Spal 3-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

30 aprile 1960 - Campionato di Serie A 1959/60 - XXIX giornata

LAZIO: Cei, Molino, Lo Buono, Carradori, Janich, Fumagalli, Visentin, Pozzan, Rozzoni, Franzini, Mattei. All. Bernardini.

S.P.A.L.: Maietti, Picchi, Bozzao, Micheli, Cecchi, Balleri, Novelli, Corelli, Ganzer, Massei, Morbello. All. Montanari.

Arbitro: Genel di Trieste.

Marcatori: 19' Rozzoni, 24' Visentin, 51' Rozzoni, 60' Massei.

Note: cielo coperto, terreno pesante per la pioggia caduta nei giorni precedenti.

Spettatori: 25.000 per un incasso di £. 7.800.000.

Presentazione SPAL.JPG


Una partita che segue il bel pareggio di Firenze, una partita contro una S.P.A.L. che sta disputando un campionato entusiasmante con un ottimo quarto posto in classifica. L'incontro ha luogo con un giorno d'anticipo poiché per la festività del I° Maggio la mancanza di mezzi di trasporto non avrebbe consentito l'adeguato afflusso di pubblico. La Lazio parte subito col piede giusto e al 4' Pozzan tira a fil di palo. Tre minuti dopo ancora Pozzan protagonista con una conclusione messa in angolo da Ganzer. Sono quindi gli ospiti a farsi vivi in avanti e Cei è costretto a smanacciare in angolo un insidioso tiro cross di Morbello. Segue un violento colpo di testa di Rozzoni ben indirizzato a rete, ma sulla traiettoria s'interpone il corpo di Mattei e l'occasione sfuma. Al 19' Lazio in vantaggio. Pozzan ruba palla all'incerto Massei e serve Rozzoni che lascia sul posto Cecchi, supera Maietti in uscita e deposita nella rete sguarnita. Cinque minuti dopo un'azione analoga porta al raddoppio. Franzini serve in profondità Visentin che con una "palombella" supera il portiere estense. Al 40' Maietti respinge di piede una staffilata di Rozzoni e il pallone è ripreso da Mattei che pronto calcia verso la rete avversaria: la schiena di un difensore s'interpone negando la terza segnatura ai romani. A inizio ripresa la S.P.A.L. appare più motivata. Al 47' Cei devia in angolo un tiro di Massei e quindi poco dopo esce sui piedi del lanciato Novelli. Al 51' ancora un goal per la Lazio. A firmarlo è Rozzoni che soffia il pallone a Picchi, entra in area e fulmina in rete. Allo scoccare dell'ora di gioco gli ospiti riducono le distanze. Massei approfitta di una dormita di Janich e Lo Buono e mette dentro senza che Cei possa rimediare. Al 63' i biancocelesti potrebbero andare a segno di nuovo con Rozzoni che non arriva di un soffio su uno splendido cross di Mattei. Anche la S.P.A.L. ha la sua buona occasione, ma il colpo di testa di Massei, su traversone di Corelli, viene respinto da un acrobatico e applaudito intervento di Cei. Alla fine grandi manifestazioni di gioia del pubblico del Flaminio (con tanto di fiaccolata) per un successo che avvicina la Lazio alla salvezza.