Storia del Campionato di Serie A 1974/75


La Lazio 1974/75
La rosa della Juventus campione d'Italia 1974/75

Stagione

Storia del Campionato di Serie A 1973/74 - Storia del Campionato di Serie A 1975/76

Storia dei campionati


Il campionato 1974/75 rimane immutato nella sua formula rispetto alle passate edizioni. Sedici sono le squadre partecipanti e tre le retrocessioni; l'inizio del torneo è fissato in data 6 ottobre 1974 e la fine il 18 maggio 1975. Favorite d'obbligo sono i Campioni d'Italia della Lazio, la Juventus e le due milanesi, mentre come possibili outsiders vengono indicate il Napoli, la Fiorentina e la Roma. Partono forte i biancazzurri che conquistano il punteggio pieno dopo 3 giornate, seguiti ad una sola lunghezza dai viola, dal Napoli e dal Torino. La Lazio, però, successivamente si blocca (2 punti in tre giornate) e in vetta alla classifica si fa avanti la Juventus che, dopo 8 giornate, comanda il gruppo con 13 punti. Dicembre arride al ritorno dei biancazzurri che, con 5 punti in 3 gare, si portano a 3 punti dai bianconeri soli a 18 punti in classifica, conquistando il secondo posto solitario. Il 5 gennaio 1975 la Lazio batte nel confronto diretto i bianconeri e riapre così il Campionato.

Quando l'aggancio sembra cosa fatta, i biancazzurri cadono inaspettatamente ad Ascoli nell'ultima giornata del girone di andata, cosicché la Juventus è campione d'inverno con 23 punti seguita dalla Lazio a 20 e dalla Roma a 19. La situazione resta invariata fino alla 19^ giornata con il distacco di 3 punti; dietro si alternano il Napoli, la Roma e il Torino, mentre le due milanesi, in crisi, disputano un campionato anonimo. Alla 21^ giornata la Juventus è in fuga con 5 punti mentre la Lazio è agganciata dal Napoli. Ma i bianconeri vanno in leggera crisi e, tre giornate dopo, il vantaggio si riduce a soli 2 punti dal Napoli in netta ascesa, mentre Roma e Lazio sono distanziate di 4 punti. Purtroppo la Lazio perde anche il suo allenatore Tommaso Maestrelli, colpito da una grave malattia, e la formazione biancoceleste si disunisce perdendo inevitabilmente terreno.

La Juventus mantiene un costante vantaggio di tre punti che diventano quattro a due giornate dalla fine, ma si laurea Campione d'Italia solo all'ultima giornata travolgendo il L.R. Vicenza che retrocede in Serie B in virtù di quella sconfitta assieme alla Ternana ed al Varese già condannati da tempo. I bianconeri chiudono a quota 43 punti, seguiti dal Napoli a 41, dalla Roma a 39 e dalla Lazio a 37. Nella massima serie vengono promosse il Perugia, il Como ed il Verona.




Stagione << Storia del Campionato di Serie A 1973/74 Storia del Campionato di Serie A 1975/76 >> Storia dei campionati Torna ad inizio pagina