Storia del Campionato di Serie A 1977/78


La Lazio 1977/78
La Juventus campione d'Italia 1977/78

Torna alla stagione

Storia del Campionato di Serie A 1976/77 - Storia del Campionato di Serie A 1978/79

Storia dei campionati


Il Campionato 1977/78 rimane immutato nella sua formula rispetto alle passate edizioni. Sedici sono squadre partecipanti con tre retrocessioni. L'inizio del torneo è anticipata all'11 settembre 1977 e la fine è il 7 maggio 1978 per dare modo alla Nazionale di partecipare ai mondiali d'Argentina. Favorite principali sono le due formazioni torinesi che hanno dato vita ad un monologo nella stagione passata. Outsiders vengono considerate la Fiorentina, il Napoli e le squadre meneghine reduci da anni di delusioni. Già nella prima giornata i sei gol che la Juventus rifila al Foggia fanno capire di che pasta è fatta la squadra bianconera che, però, subisce una dura sconfitta all'Olimpico contro la Lazio, in una gara epica per i biancazzurri. A sorpresa sono i rossoblù del Genoa a far scattare la prima fuga illudendo i propri tifosi di poter conquistare l'agognata stella.

Purtroppo ancora una tragedia si abbatte sul Campionato: il 30 ottobre, al 50' di Perugia-Juventus, il centrocampista perugino Renato Curi cade a terra esanime e tutti i tentativi di salvargli la vita si rivelano inutili. A ucciderlo è una malformazione al cuore mai diagnosticata prima dai medici della squadra umbra e dalla F.I.G.C. Allo sfortunato calciatore verrà intitolato il nuovo stadio perugino di Pian di Massiano. Dopo la 6^ giornata tocca al Milan prendere la testa del Campionato. I rossoneri rimangono in vetta fino al 31 dicembre 1977, quando la Juve li raggiunge per poi sorpassarli. La Lazio non rinverdisce il bel torneo dell'anno passato e si attesta nella parte centrale della classifica lambendo a volte la zona calda in coda. Intanto si mette alla luce il neopromosso Vicenza che, grazie ad un bel gioco e alle reti del bomber Paolo Rossi si affaccia nelle prime posizioni in classifica.

Al giro di boa i bianconeri sono campioni d'inverno e, con l'inizio del girone di ritorno, la Juventus si ritrova alle spalle un'inedita coppia d'inseguitrici: il Torino e lo spettacolare Lanerossi Vicenza. La Juve comunque riesce a gestire il vantaggio anche se due pareggi contro Inter e Bologna vedono il ritorno del Torino. Pareggiando a Roma contro i giallorossi, il 30 aprile, i bianconeri sono Campioni d'Italia per il secondo anno consecutivo, con 44 punti finali. Vicenza e Torino, al secondo posto, chiudono a cinque punti di distacco. La Lazio si classifica all'11° posto con 26 punti, uno in più della quota salvezza. In coda il Bologna, per la prima volta nei guai, è costretto alla rimonta nel girone di ritorno e la Fiorentina, terza l'anno prima, si salva solamente grazie alla differenza reti nei confronti di Foggia e Genoa che retrocedono in Serie B assieme al Pescara fanalino di coda.




Stagione << Storia del Campionato di Serie A 1976/77 Storia del Campionato di Serie A 1978/79 >> Storia dei campionati Torna ad inizio pagina