Storia del Campionato di Serie A 1978/79


La formazione della Lazio 1978/79
Il Milan Campione d'Italia 1978/79

Stagione

Storia del Campionato di Serie A 1977/78 - Storia del Campionato di Serie A 1979/80

Storia dei campionati


Il Campionato 1978/79 rimane immutato nella sua formula rispetto alle passate edizioni. Sedici sono le squadre partecipanti con tre retrocessioni. L'inizio è fissato l'1 ottobre 1978 e la fine il 13 maggio 1979. Favorite principali sono le squadre torinesi e le milanesi. Outsiders il Lanerossi Vicenza ed il solito Napoli. Fin dall'inizio si scopre che la Juventus e il Torino sono squadre stanche ed il Milan ne approfitta cavalcando in solitaria la testa della classifica, tallonati dal sorprendente Perugia per tutto il girone d'andata. I rossoneri riescono però a staccarsi dagli umbri nel mese di gennaio, diventando campioni d'inverno.

La Lazio, allenata da Bob Lovati, intanto si assesta a centro classifica, mentre in coda rischiano grosso le blasonate Bologna e Roma in piena lotta per non retrocedere tra i cadetti. Nel girone di ritorno la rincorsa dei grifoni venne bloccata dal "caso Atalanta". E' l'11 marzo quando allo stadio Curi, i perugini battono gli orobici per 2-0, ma il portiere nerazzurro Luciano Bodini ed il difensore Carlo Osti sono costretti a lasciare il campo nel primo tempo, colpiti alla nuca da una pietra.

La CAF non omologa il risultato e gli umbri, successivamente incappano in tre pareggi di fila che aiuteranno il Milan a mantenere il vantaggio e vincere lo Scudetto della stella, il 6 maggio con un turno d'anticipo. Il Perugia rimane imbattuto per tutta la stagione non perdendo nessuna gara (la Caf darà loro ragione sul caso Bodini-Osti) e chiude a soli tre punti dai rossoneri (44 punti contro 41).

I biancazzurri chiudono all'ottavo posto che migliora di tre posizioni il risultato della passata stagione. Eclatante il crollo del Lanerossi Vicenza, secondo l'anno prima e retrocesso clamorosamente in Serie B e con grossi problemi economici. Cade anche l'Atalanta, mentre per differenza reti si salva il Bologna. Ultimo in classifica il Verona, dimostratasi la squadra più debole della massima serie che chiude a soli 15 punti. Il capocannoniere del torneo è il biancazzurro Bruno Giordano con 19 reti. Salgono in Serie A l'Udinese, il Cagliari ed il Pescara.




Stagione << Storia del Campionato di Serie A 1977/78 Storia del Campionato di Serie A 1979/80 >> Storia dei campionati Torna ad inizio pagina