Storia del Campionato di Serie A 1999/00


La Lazio Campione d'Italia

Stagione

Storia del Campionato di Serie A 1998/99 - Storia del Campionato di Serie A 2000/01

Storia dei campionati

Il campionato 1999/00 è composto da 18 squadre con 4 retrocessioni. Si inzia il 28 agosto 1999 per terminare il 14 maggio 2000. Un torneo deciso alle 18.04 del 14 maggio con un epilogo "Hitchcockiano", dopo che il finale dello stesso era stato tormentato da furiose polemiche. Ai nastri di partenza sono le cosidette "sette sorelle", le favorite alla vittoria finale: Juventus, Inter, i campioni uscenti del Milan, Fiorentina, Parma, Roma e Lazio, assetata di rivincita dopo la delusione dell'anno passato.

Le prime cinque giornate di campionato vedono l'Inter salire in testa solitaria con 13 punti, seguita da Roma e Lazio ad 11, mentre arrancano il Milan e la Fiorentina in difficoltà. Situazione ribaltata già alla 7^ con Lazio sola a 17 punti e la Juventus a 14. Dopo la decima giornata i bianconeri ed i biancazzurri sono appaiati in testa seguiti dalla Roma a 19 e Parma a 18, mentre si stacca la Fiorentina in netta difficoltà. Il campionato rimane abbastanza incerto con alternanaza in testa alla classifica. Nel giorno del suo Centenario la Lazio supera di nuovo la Juventus e festeggia prima in classifica in una giornata iniziata all'alba e finita a tarda sera con i fuochi d'artificio.

La domenica seguente avviene di nuovo il controsorpasso che dura fino alla 20^ giornata, quando la Juventus pareggia ad Udine e la Lazio batte in trasferta il Torino. Da questo momento, però, i biancazzurri entrano in crisi e lasciano campo libero ai bianconeri. Addirittura dopo la 22^ giornata finiscono terzi superati dal Milan. La Juventus prende il largo ed arriva addirittura ad aver 9 punti di vantaggio a otto giornate dalla fine, mettendo così le mani sullo scudetto. Ma le sorprese non sono finite in quanto nelle successive due giornate i biancazzurri hanno uno scatto d'orgoglio e battono prima la Roma nel derby eppoi vanno a sconfiggere proprio i bianconeri a Torino e riducono a soli 3 punti il distacco.

Ma dopo il drammatico pareggio con la Fiorentina e la concomitante vittoria della Juventus sull'Inter, i bianconeri si riportano a 5 punti a 4 giornate dalla fine. Alla 32^ avviene però l'impensabile: la Lazio, ormai sfiduciata, batte a fatica il Venezia all'Olimpico, mentre la Juventus, impegnata a Verona contro gli scaligeri, in una gara ritenuta facile sulla carta, vengono invece sconfitti 2-0 grazie ad una doppietta di Cammarata. Così a 180 minuti dalla fine le due squadre sono distanziate da soli 2 punti. Mentre i biancazzurri, seguiti da oltre 12.000 tifosi, battono fuori casa in una gara epica il Bologna per 3-2, a Torino accade l'impensabile: la Juventus sta battendo il Parma 1-0, quando inspiegabilmente e quasi allo scadere, viene annullata una rete, ai più apparsa regolare, di Cannavaro. Lo scandaloso fatto fa così il giro delle televisioni italiane e non, scatenando un vespaio di polemiche già pochi minuti dopo la fine della gara.

La settimana seguente le polemiche, invece di spegnersi, aumentano e a Roma scoppiano tumulti sotto la sede della FIGC per opera di tifosi laziali che erano andati a protestare, provocando numerosi feriti e danni alle auto in sosta. Si arriva dunque tra un mare di polemiche all'ultima giornata con la Juventus prima a 71 punti e la Lazio a 69 seconda. I biancazzurri archiviano la gara con la Reggina già nel primo tempo, mentre la Juventus è inchiodata sullo 0-0 a Perugia. Ma tra il primo e il secondo tempo sul capoluogo umbro s'abbatte un nubifragio improvviso che impedisce all'arbitro Collina di far iniziare la ripresa. Intanto all'Olimpico si gioca (con un ritardo di 15 minuti) e la gara finisce 3-0 proprio mentre a Perugia, passato il temporale, si decide, non senza polemiche, di dare inizio alla ripresa.

Alle 17.17 il Perugia passa clamorosamente in vantaggio con Calori mandando in tilt i bianconeri che non riusciranno più a recuperare il risultato e così consegnano ai biancazzurri il loro secondo scudetto 26 anni dopo quello del 1974. Classifica finale: Lazio 72 punti, Juventus 71, Milan 61, mentre retrocedono in Serie B il Piacenza, il Cagliari, il Venezia ed il Torino. Salgono invece in Serie A il Vicenza, l'Atalanta, il Brescia ed il Napoli.

In questa stagione la Lazio si aggiudicherà anche la Coppa Italia battendo in finale l'Inter.


La classifica finale della stagione 1999/2000





Stagione << Storia del Campionato di Serie A 1998/99 Storia del Campionato di Serie A 2000/01 >> Storia dei campionati Torna ad inizio pagina