Storia del Campionato di Serie B 1967/68


La Lazio 1967/68
Il Palermo vincitore del Campionato di serie B 1967/68. Da pianetarosanero.com

Stagione

Storia del Campionato di Serie A 1966/67 - Storia del Campionato di Serie B 1968/69

Storia dei campionati


Il campionato di serie B 1967/68 vede la Lazio artefice di un torneo mediocre che la relega all'undicesimo posto in classifica con 38 punti e distanziata di ben 14 punti dal Palermo e di 10 da Verona e Pisa che sono le squadre promosse nella massima serie. Nella stagione le retrocessioni in serie C sono ben quattro e la Lazio precede di soli 2 punti la prima delle retrocesse. L'allenatore Renato Gei, nonostante la buona squadra a disposizione, non riesce a dare un gioco ed un carattere e a poche partite di buon livello fanno seguito numerose altre prove sconfortanti. Dopo due pareggi iniziali e la vittoria casalinga con il Novara, i biancocelesti subiscono una netta sconfitta a Genova con i rossoblù genoani per 4-0. Seguono una vittoria casalinga con il Catania e la sconfitta esterna patita con il Livorno. La vittoria interna conquistata contro il Verona sembra poter dare lo slancio necessario, ma nei seguenti cinque incontri si ottengono tre pareggi, una sconfitta a Reggio Calabria e una sola vittoria per 1-0 contro il Messina. La vittoria interna conquistata sul Venezia è però vanificata da altri quattro pareggi a reti inviolate ottenuti contro squadre mediocri. Una sconfitta per 3-1 a Bari, due altri pareggi per 0-0 e la sconfitta interna con la Reggiana, pongono fine al girone d'andata.

Nelle prime undici giornate del girone di ritorno la Lazio totalizza solo 9 punti e la grave sconfitta interna con il Livorno provocò gravi incidenti per i quali vennero assegnati tre turni di squalifica al campo laziale, ridotti poi ad uno in appello. La sconfitta di Novara per 2-0 del 18 febbraio 1968 determinò l'esonero del tecnico Gei, sostituito dal sempre fedele Bob Lovati. Successivamente la Lazio torna alla vittoria con il Lecco e poi contro i gialloblù del Modena, ma esce sconfitta subito dopo a Pisa. Nel frattempo lo spettro della retrocessione in serie C si fa sempre più concreto. Grazie al successo ottenuto contro il Catanzaro e il prezioso e fortunoso pareggio di Padova, la situazione si fa più rassicurante. Nelle ultime tre giornate è sufficiente vincere in casa con il Foggia per allontanare ogni pericolo.

Il campionato si conclude con una sconfitta a Reggio Emilia per 3-1 che è il compimento di una stagione tra le più deludenti in assoluto della squadra biancoceleste. La Lazio segna complessivamente 27 reti e ne subisce 33. Ottiene 10 vittorie, 18 pareggi e 12 sconfitte e non vince mai in trasferta. Il miglior realizzatore biancoceleste è Giuliano Fortunato con 5 reti, seguito da Giancarlo Morrone con 4 e Giuseppe Massa, Nello Governato, Piero Cucchi e Costantino Fava con 3. I giocatori con più presenze risultano Pierluigi Ronzon con 40 gare disputate, Fortunato con 34, Diego Zanetti e Bruno Gioia con 32.



La classifica finale del torneo 1967/68




Stagione << Storia del Campionato di Serie A 1966/67 Storia del Campionato di Serie B 1968/69 >> Storia dei campionati Torna ad inizio pagina