Storia del Campionato di Serie B 1968/69


Una formazione biancoceleste della stagione 1968/69
L'immagine finale della stagione: i tifosi invadono festosi il campo; la Lazio torna in serie A

Stagione

Storia del Campionato di Serie B 1967/68 - Storia del Campionato 1969/70

Storia dei campionati


Il Campionato Nazionale di Serie B 1968/69 inizia il 29 settembre 1968 e finisce il 21 giugno 1969. Le squadre che si contendono la promozione nella massima serie sono 20 e vi possono accedere le prime tre classificate. Le fasi iniziali del torneo sono discrete ma non eccezionali. La Lazio stenta molto fuori casa mentre all'Olimpico sfoggia partite di alto livello e spettacolari. La prima vittoria esterna arriva il 17 ottobre 1968 con il Mantova. La squadra è oscillante tra il secondo e il terzo posto e viene preceduta in classifica dal Brescia e alternativamente da Reggiana, Bari e Genoa che sembrano essere le più temibili avversarie. Mentre esplode il giovane Ferruccio Mazzola e Gian Piero Ghio si rivela essere un goleador di razza, molti giocatori di spessore come Nello Governato e Giancarlo Morrone stentano a trovare un adeguato stato di forma. Alcuni infortuni gravi, come quelli di Rosario Di Vincenzo e Giuseppe Massa, non permettono di attuare il gioco che il tecnico Juan Carlos Lorenzo ha in mente. Da sottolineare che l'altra punta Giuliano Fortunato segna reti fondamentali con una certa continuità. Decisamente positivo anche l'innesto in difesa dell'ex interista Mario Facco che risolve molte partite con precisi colpi di testa. La fine del girone d'andata vede la Lazio sconfitta a Reggio Emilia, mentre in classifica è seconda a pari merito con il Bari e staccata di un punto dalla capolista Brescia.

La ritrovata condizione atletica di molti esperti giocatori e la conferma delle doti dei nuovi acquisti, consentono ai biancocelesti di perdere molto raramente nel girone di ritorno, le sconfitte sono soltanto due, con il Genoa alla seconda giornata e a Monza alla penultima, e di conquistare molti punti esterni con vittorie decisive. Anche il rendimento interno è elevatissimo e quasi tutte le squadre escono battute dall'Olimpico. Il 20 aprile 1969 la Lazio batte il Brescia a Roma per 1-0 con un goal di Fortunato e per la prima volta nel campionato si ritrova in testa. Da questo momento il percorso della Lazio è trionfale e la matematica promozione è ottenuta con la vittoria per 3-0 sul Lecco nella terz'ultima giornata. Il 22 giugno 1969 all'Olimpico la Lazio vince il Campionato di serie B con 50 punti, pareggiando per 1-1 con la Reggiana, e può fare ritorno meritatamente nella serie A, avendo dimostrato di essere la squadra più forte del torneo cadetto. Insieme ai biancocelesti conquistano la promozione anche il Brescia (48 punti) e il Bari (47 punti).



Di seguito la classifica finale, i marcatori e le presenze della stagione:


La classifica finale della stagione


I MARCATORI:

10 reti: Ghio - 8: Fortunato e F. Mazzola - 6: Massa e Morrone - 3: Facco, Governato e Rinero - 2: Soldo - 1: Cucchi, Dolso, Marchesi - Autoreti a favore: 3 - Falcomer (Genoa), Micheli (Mantova), Bravi (Lecco).


LE PRESENZE:

38 presenze: Ghio e Marchesi - 37: F. Mazzola - 36: Fortunato e Soldo - 32: Cucchi - 30: Zanetti - 29: Massa - 28: Facco - 27: Morrone e Di Vincenzo - 17: Rinero - 12: Onor - 9: Fioravanti - 8: Dolso - 3: Leardi - 2: Fontana, Adorni, Lorenzetti - 1: Bagatti e Martella.

La Lazio ha schierato in tutto 22 giocatori.




Stagione << Storia del Campionato di Serie B 1967/68 Storia del Campionato 1969/70 >> Storia dei campionati Torna ad inizio pagina