Storia della stagione 1930/31


Stagione

Storia della stagione 1929/30 - Storia della stagione 1931/32

Storia delle Stagioni calcistiche


Classifica finale del campionato 1930/31
Primi riconoscimenti alla Juventus per la vittoria dello scudetto
Alla 33^ giornata si decide il campionato
La presentazione della Lazio per la stagione 1930/31 sulle pagine della Gazzetta dello Sport
Il Direttorio proclama ufficialmente la Juventus Campione d'Italia 1930/31

Come nota di cronaca si segnala che da questo campionato, per ordini superiori, non dovrà più essere usato dai mezzi d'informazione il termine "Foot-ball" che dovrà essere invece sostituito con "Calcio".

Il campionato 1930/31 fu vinto dalla Juventus con 55 punti. Seconda in classifica la Roma con 51 punti e terzo il Bologna con 48. Retrocessero in serie B il Livorno e il Legnano e furono promosse la Fiorentina ed il Bari. La Lazio fini all'8° posto con 35 punti. Il percorso dei biancocelesti fu irregolare e imprevedibile. Nelle prime due giornate conquistò 1 punto, mentre nella terza giornata e nella quarta conquistò 4 punti, battendo il forte Bologna per 2-0 e vincendo a Milano con il Milan per 0-1. Alla 13^ giornata sconfisse per 2-1 la Juventus ma perse anche partite agevoli come quella in casa con la Pro Vercelli e quella con il Napoli. I due derby finirono in parità: l'andata per 1-1 e il ritorno per 2-2.

In occasione di questa gara scoppiò una colossale rissa tra giocatori e tra tifosi e fu necessario l'intervento dei Carabinieri a cavallo. Augusto Mattei fu il giocatore più impiegato con 34 presenze, seguito da Ezio Sclavi con 33 e Orlando Tognotti con 32. Il capocannoniere fu Pietro Pastore con 13 reti che precedette Juan Fantoni e Mario Malatesta con 6.




Stagione << Storia della stagione 1929/30 Storia della stagione 1931/32 >> Stagioni calcistiche Torna ad inizio pagina