La Lazio U20 Maschile di pallanuoto vince lo Scudetto 2016


Un altro momento dei festeggiamenti dei giovani pallanuotisti biancocelesti
Fonte: sslazionuoto.it
I biancocelesti Under 20 Campioni d'Italia 2016
Fonte: federnuoto.it
Un momento dei festeggiamenti
Fonte: Laziopolis.it

La scheda della S.S. Lazio Nuoto


Dal sito sslazionuoto.it:

Nella Final Four di Ostia i biancocelesti sbaragliano la concorrenza. Prima eliminano il Savona 7-5, poi esultano sconfiggendo in finale il Bogliasco 6-5. Moroli: "Soddisfazione estrema, onorata la tradizione"ìì. Sebastianutti: "Scudetto meritato, battute tutte le più forti". Vitale: "E' la degna fine del percorso di un grande gruppo".

OSTIA - La Lazio Nuoto Under 20 è per l'ottava volta nella sua storia campione d'Italia. La vittoria attesa quindici anni arriva in casa, al Polo Natatorio di Ostia con mille spettatori in tripudio al momento della sirena che decretava la conclusione della partita. I ragazzi di Claudio Sebastianutti hanno battuto nella finale il Bogliasco 6-5 (in semifinale eliminato il Savona per 7-5) in una gara al cardiopalma nella quale non sono mai stati in svantaggio. Le aquile acquatiche hanno dominato la partita mostrando una grande personalità soprattutto nei momenti delicati. Come quelli vissuti nei tre minuti finali, con Cannella out dopo l'espulsione definitiva. I biancocelesti cominciano alla grande portandosi in vantaggio 2-0 tra la fine del primo tempo e l'inizio del secondo con Ferrante e De Vena. La doppietta di Gavazzi riporta il Bogliasco in parità, ma nel terzo tempo Ambrosini manda avanti di nuovo i biancocelesti (3-2). Puccio pareggia e poco prima della fine del terzo quarto Manzo sfrutta una ribattuta corta di Pellegrini e insacca per il 4-3. Nell'ultimo periodo si scatena il capitano Vitale che prima realizza il 5-3, poi il 6-4 (per i liguri la rete in mezzo di Guidi) trascinando i compagni allo scudetto. A nulla vale il gol finale di Bianchi (6-5). Un successo arrivato anche grazie alle parate di Vincenzo Correggia, votato come miglior portiere della competizione, che ha detto "no" più volte alle conclusioni a botta sicura dei liguri. Un successo del gruppo guidato da mister Sebastianutti che al debutto in panchina conquista un titolo meritatissimo, ma è anche un successo di tutto il settore giovanile biancoceleste che arriva da lontano, dal lavoro quotidiano di tecnici laziali a partire da quello dell'under 17 Daniele Cianfriglia. Fondamentali nel sostegno quotidiano alla squadra anche il contributo dei dirigenti Filippo Loreto e Alessandro Narciso.

Il presidente della Lazio Nuoto, Massimo Moroli: "In questi quindici anni siamo quasi sempre arrivati alle fase conclusive. Soddisfazione estrema, torniamo a prenderci un titolo e onorare la tradizione della Lazio che è sempre stata una società che punta molto sui giovani, ai quali dedichiamo tantissimo spazio e tempo. Questo è un premio dagli sforzi profusi da tutti e spero sia un punto di partenza per creare un futuro interessante. Ringrazio Sebastianutti che ha compiuto un lavoro splendido e tutti i tecnici del settore giovanile". L'allenatore della Lazio Nuoto Under 20, Claudio Sebastianutti: "Sono orgoglioso di questi ragazzi. Hanno dato tutto per la stagione intera e questa è la loro vittoria. Una festa resa ancora più bella dal fatto che la attendevamo da tanti anni e che l'abbiamo raggiunta a casa nostra. Un successo strameritato, perchè abbiamo battuto tutte le squadre più forti. E' stato un cammino difficilissimo. In semifinale abbiamo battuto la Canottieri Napoli, vincitrice delle ultime due edizioni, nella semifinale di Ostia il Savona che sulla carta era la favorita. Poi il Bogliasco nella partita forse giocata peggio. Ma si sa le finali si vivono e si vincono sul filo dell'equilibrio e siamo stati bravi ad essere concentrati e lucidi fino alla fine- Mi auguro che questo successo sia d'impulso a tutto il settore giovanile".

Il capitano della Lazio Nuoto Under 20, Alessandro Vitale: "Sono felice e orgoglioso di aver contribuito a questa vittoria con due gol importanti. Mi piace tirare dalla grande distanze e oggi è andata bene. Abbiamo sempre condotto la gara, non abbiamo mai arretrato nei momenti delicati quando il Bogliasco provava a tornare sotto. Abbiamo vinto con la forza e la personalità e questi sono i successi più belli. Gioisco con i miei compagni, con i miei amici di una vita. E' la degna fine di un percorso di un grande gruppo che è cresciuto anno dopo anno. E' veramente emozionante festeggiarlo qui ad Ostia con tante persone che sono venute a tifarci. Dedico lo scudetto alla mia famiglia". Il portiere della Lazio Nuoto Under 20, Vincenzo Correggia: "Contento della mia prestazione, ma laurearsi campione d'Italia ad Ostia è un sogno. Noi siamo una squadra di amici e non c'è nulla di più bello di festeggiare insieme ai miei compagni che stimo e a cui voglio tanto bene. Ci siamo costruiti questa vittoria giorno dopo giorno allenandoci duramente, seguendo i consigli di Claudio Sebastianutti e di tutto lo staff. Oggi ho dovuto faticare un po', ma anche dall'altra parte il mio collega ha compito grandi interventi e il successo è strameritato".


Dal sito web federnuoto.it:

Under 20 M. Scudetto alla SS Lazio Nuoto.

La Lazio Nuoto ha vinto il campionato nazionale under 20 di pallanuoto battendo in finale la RN Bogliasco Bene 6-5. Terzo posto alla Roma Nuoto che nell'altra finale ha superato 8-4 la Carisa Savona. La final four si è disputata presso la piscina del Centro Federale - Polo Natatorio di Ostia nelle giornate di sabato e domenica. Giudice arbitro del torneo Barone e arbitri Taccini, Lo Dico, Ercoli, Calabrò e Centineo. Premi speciali: miglior marcatore con 5 reti Filippo Gavazzi (Bogliasco Bene), miglior portiere Vincenzo Correggia (SS Lazio Nuoto), miglior giocatore Francesco Faraglia (Roma Nuoto). Sono intervenuti alla cerimonia di premiazione il vice presidente della Federnuoto Lorenzo Ravina, il presidente del GUG Roberto Petronilli, il vice presidente del GUG Mario Maggio, il dirigente federale Gianfranco De Ferrari, il vice presidente del comitato regionale Lazio della Federnuoto Tommaso Pesapane, il tecnico federale responsabile delle squadre nazionali giovanili Ferdinando Pesci, l'assistente tecnico Cosimino Di Cecca, il tecnico responsabile delle rappresentative regionali del CR Lazio Nicola Izzo.


Dal sito web Laziopolis.it:

Le Aquile di Mister Sebastianutti hanno battuto la Rari Nantes Bogliasco per 6 a 5 e hanno conquistato l’ottavo Scudetto Juniores nella vasca del Centro Federale di Ostia. Il più importante risultato stagionale della Polisportiva, arrivato da una delle Sezioni più rappresentative di tutto il mondo Lazio. Hanno superato con cuore e senso di appartenenza tutte le sfide schiacciando avversari uno dopo l’altro, già dai gironi di qualificazione la Lazio ha avuto il miglior attacco e la miglior difesa del raggruppamento, 90 gol fatti e 18 subiti. Stessa storia anche nelle semifinali con una vittoria sofferta, ma netta, contro un avversario ostico come Savona. La finale, tirata dura fatta di nervi e ardore, conclusa dal tuffo di tutto lo staff nella vasca ormai tinta di biancoceleste. Vittoria, la numero 8, che ha permesso alla SS Lazio Nuoto di poter agganciare al primo posto, nella speciale classifica delle squadre più scudettate, la Canottieri Napoli, Nervi e Savona. Questi i ragazzi Tricolori: Vincenzo Correggia, Andrea Manzo, Giacomo Cannella, Giorgio Ambrosini, Alessandro Vitale, Enrico Calcaterra, Marco Ferrante, Edoardo Mariani, Daniel Presciutti, William De Vena, Matteo Perciballe, Andrea Narciso e Federico Mariani sotto la guida di un sempre presente Claudio Sebastianutti e di tutta la Dirigenza del Presidente Stefano Moroli. Una squadra composta per undici tredicesimi da atleti romani, vanto della sezione sempre vicina al suo ampio bacino tra la Capitale e Tivoli.


Il tabellino della gara:

Finale primo posto - 10 luglio 2016

SS LAZIO NUOTO - BOGLIASCO BENE 6-5

SS LAZIO NUOTO: Correggia, Manzo 1, Cannella, Ambrosini 1, Vitale 2, E. Calcaterra, Ferrante 1, Mariani, D. Presciutti, De Vena 1, Perciballe, Narciso, Mariani. All. Sebastianutti.

BOGLIASCO BENE: Pellegrini, Azzarini, Brambilla, Gavazzi 2, Congiu, Bianchi 1, Guidi 1, Tamburini, Greco, Prian, Puccio 1, Ferreo, A. Caliogna. All. Guidaldi.

Arbitri: C. Taccini e M. Calabrò

Note: parziali 1-0, 1-1, 2-2, 2-2. Usciti per limite di falli Cannella (L) e Guidi (B) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lazio 0/11 + un rigore fallito da Cannella nel primo tempo, Bogliasco 1/11.


Semifinale - 9 luglio 2016

Carisa RN Savona - SS Lazio Nuoto 5-7



La scheda della S.S. Lazio Nuoto Torna ad inizio pagina