La presentazione della Maglia Unica


La presentazione della Maglia Unica
Brochure consegnata agli abbonati
Ricevuta rilasciata per la consegna
Immagine della Maglia Unica
Coreografia vista dalla "Tevere"
Coreografia vista dalla "Monte Mario"
Il Presidente Ugo Longo indossa la Maglia Unica

Stagione

Giovedì 11 settembre 2003 venne presentata a Formello la Maglia Unica firmata dai calciatori che aderirono al Piano Baraldi e destinata agli abbonati. Il Piano Baraldi fu un accordo tra società e calciatori riguardante la spalmatura del loro ingaggio su più annalità con una parziale conversione in azioni societarie. Nei giorni successivi, cioè dal 16 settembre al 3 ottobre ma comunque scaglionati per settore di abbonamento e cognome, tutti gli abbonati si recarono allo stadio Flaminio per ritirare, come regalo, la Maglia Unica insieme ad un'apposita ricevuta.

La Maglia Unica fu indossata da tutti gli abbonati nel giorno di domenica 5 ottobre 2003 in occasione della gara di Campionato Lazio-Chievo conosciuta da tutti come il Maglia Day, regalando a loro stessi, nel caso della Curva Nord, una coreografia stupenda da entrambe le Tribune.


Dal Corriere della Sera:

Uno stadio tutto biancoceleste. Sarà quello che in casa Lazio si augurano di vedere in occasione della gara del 5 ottobre contro il Chievo all'Olimpico. Per quella occasione la società, infatti, spera che gli oltre 40 mila abbonati indossino la "maglia Unica", che si potrà ritirare dal 16 settembre al 3 ottobre presso i botteghini dello stadio Flaminio a seconda del settore di appartenenza, data in omaggio per ringraziare tutti i giocatori che hanno firmato il piano Baraldi. "Sono convinto che sarà una sensazione stupenda - ha dichiarato Mancini - Sarebbe la prima volta vedere uno stadio italiano sullo stile inglese. Questa maglia racchiude tutte le componenti della stagione scorsa che ci hanno permesso di ottenere un grande risultato. Ora, però, bisogna guardare avanti. Vivere di ricordi non conta nulla". La Puma, sponsor tecnico della Lazio, ha stampato più di 40 mila maglie da regalare agli abbonati. Un omaggio fatto ai tifosi biancocelesti visto che, in previsione, la Puma perderebbe altrettanti potenziali acquirenti di maglie. Sulla maglia le ventidue firme dei giocatori che, con il loro gesto, di fatto hanno salvato la Lazio da un quasi sicuro fallimento. "Questa maglia è unica - ha continuato il presidente Longo - per il suo significato. Per una volta il sentimento è stato più forte del conto in banca. La società ha voluto manifestare la sua gratitudine verso i giocatori, dedicando loro questa maglia. Rimarrà un episodio indelebile". Rinviato alla prossima settimana per l'indisponibilità di Baraldi e Pessi, un Cda tecnico della Lazio previsto, inizialmente, per ieri.



Torna ad inizio pagina