Centonze Innocenzo


Innocenzo Centonze

Attaccante, nato a Bou Ficha (Tunisia) il 24 settembre 1909 e deceduto a Roma il 15 agosto 1982.

Crebbe nell'Avant-garde di Tunisi con cui vinse il campionato 1928/29. Fu per 15 volte in campo con la Nazionale tunisina in cui potevano militare anche calciatori italiani nati in Tunisia. Nel 1930 si trasferì a Parigi per motivi di studio. Nel 1932 giunse a Roma per studiare Farmacia. Venne notato da alcuni osservatori biancocelesti, mentre giocava con il GUF di Roma, che lo portarono alla Lazio, dove il giocatore militò nella rosa di prima squadra nelle stagioni 1933/34 e 1934/35. Nel maggio 1936 partecipò ai Littoriali dello Sport di Bologna con il GUF di Roma. Alla fine della stagione 1935/36, conseguita la laurea in Farmacia, fece ritorno in Tunisia dove esercitò la professione fino al 1942. In tale anno, in seguito agli avvenimenti bellici, venne internato nei campi di prigionia di Gafsa e Gammarth. Rimpatriato nel 1945, insieme ad altri profughi e reduci, fondò l'UREPT (Unione Reduci e Profughi Tunisia) cui collaborò fino al 1960. Nel 1964, dopo la nazionalizzazione dei beni degli italiani in Tunisia, venne chiamato a presiedere l'Associazione Nazionale Italiani Tunisia (ANIT) e nel gennaio del 1967 entrò a far parte del CESOM (Confederazione Europea Spogliati d'Oltremare), in qualità di vicepresidente, adoperandosi ad assistere i senza lavoro e gli Italiani rientrati dalla Tunisia. Nel 1971, per l'opera sociale prestata, gli venne conferita l'onorificenza di Commendatore della Repubblica. Ancor oggi alla Magliana una farmacia è gestita dal figlio di Innocenzo Centonze, dott. Renato.





Torna ad inizio pagina