Cupini Angelo


Angelo Cupini
Angelo Cupini pochi anni prima della sua scomparsa

Centrocampista, nato ad Arcola (SP) (secondo altre fonti a Ortonovo, comune che da aprile 2017 ha cambiato denominazione in Luni), il 18 settembre 1958. Deceduto ad Udine, dove si era stabilito, il 13 settembre 2017. Generoso, combattivo e molto dinamico, ha lasciato un bel ricordo tra i tifosi laziali.

Cresciuto nella Carrarese, milita nell'Udinese, Vicenza, di nuovo Carrarese. Viene acquistato dalla Lazio nel 1983 dalla Cavese. Disputa una stagione in maglia biancoceleste prima di passare al Bari e poi, in sequenza, al Padova, Prato, Arezzo, di nuovo Prato e Pro Gorizia. In seguito diviene allenatore di squadre dilettantistiche.

Con la Lazio colleziona 24 presenze e 3 reti in Campionato e 5 presenze in Coppa Italia.

Scrive La Repubblica all'indomani della scomparsa:

Il mondo del calcio piange la scomparsa di Angelo Cupini. L'ex giocatore, classe 1958, è morto questa mattina all'ospedale di Udine, dove era ricoverato per un male incurabile. Il sito del club friulano lo ricorda come una "mezzala infaticabile, che ha indossato i nostri colori in 14 presenze nel campionato 1979/80 e ha calcato i campi della serie A altre 53 volte con Lazio e Bari". Originario di Ortonovo (La Spezia), Cupini era cresciuto nella Carrarese, con la quale ha disputato 133 partite tra il 1974 e il 1979, per poi passare all'Udinese in serie A con Orrico in panchina. Un anno a Udine è stato sufficiente per conquistare la Mitropa Cup, segnando anche un gol nella partita d'esordio contro l'RM Cheb, e per creare un profondo legame affettivo con la città friulana.

Una volta terminata la carriera di giocatore, infatti, Cupini aveva scelto di stabilirsi con la famiglia proprio a Udine, dove si era fatto apprezzare anche in veste di allenatore