Feliciotti Giuseppe


Podista. Nato a Roma il 4 agosto 1896 di Domenico e Bigotti D. Il suo foglio matricolare recita: altezza 1,56 m. torace 0,81, capelli castano scuri lisci, occhi castani, di professione muratore. Sa leggere e scrivere. Fu un valente corridore della Polisportiva all'inizio del 1° conflitto mondiale. Chiamato alle armi il 17 settembre 1915 nel 218° fanteria dove risulta inquadrato dal 7 dicembre in addestramento a Chieti. Nell'agosto 1916 risulta nel 212° reggimento fanteria "Brigata Pescara". Tra il 9 ottobre ed il 12 il reggimento è impiegato in una sanguinosa battaglia tra Ferleti Sud e Nova Sad durante l' X^ battaglia dell'Isonzo. Feliciotti è ferito al braccio destro il 10. Rientrato il servizio il 24 ottobre 1917 , durante l'offensiva di Caporetto, il suo battaglione si distingue per cercare di bloccare l'avanzata del nemico in località Hoje sull'altopiano della Bainsizza. 4 ufficiali e circa 200 soldati vengono fatti prigionieri tra cui il Feliciotti che viene mandato nel campo di prigionia di Konigsbruck in Germania.

Farà ritorno in Patria alla fine della guerra.