Galli Olindo


Olindo Galli

Pioniere

Centrocampista, nato a Tivoli (RM) l'11 febbraio 1900 e ivi scomparso nel 1983.

Cresciuto nel vivaio della Tivoli, gioca con i tiburtini fino al campionato 1924/25. A fine stagione passa alla Lazio e viene inserito in prima squadra nella stagione 1925/26. Confermato anche l'anno successivo nella squadra titolare, viene ceduto nell'estate del 1927. Pur giocando nel ruolo di mediano tende a proporsi in zona avanzata e, sfruttando un tiro preciso e forte, mette a segno diverse reti. Nella Lazio gioca 16 partite e segna 9 goal. Convinto antifascista, durante la Seconda Guerra Mondiale milita attivamente nelle formazioni partigiane. Nel dopoguerra viene inoltre eletto Sindaco di Tivoli nelle file del Partito Comunista Italiano e alla sua memoria è attualmente intitolato lo stadio comunale della città tiburtina sito in località "Arci" lungo la Via Empolitana. Nel 1972 pubblica il libro "La città tradita. L'Aniene fiume amaro" in cui ricostruisce le lotte dei tiburtini per lo sfruttamento delle acque dell'Aniene in contrapposizione ai piani dell'ACEA e rievoca alcuni episodi della guerra partigiana a Tivoli, di cui fu uno dei protagonisti.






Torna ad inizio pagina