Giovedì 3 settembre 1998 - Firenze, stadio Artemio Franchi - Fiorentina-Lazio 2-0


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

3 settembre 1998 - Amichevoli stagione 1998/99 - XII amichevole - Memorial Cecchi-Gori

LAZIO-MONACO: 1-2

LAZIO: Marchegiani (30' Ballotta), Gottardi, G.Lopez, Marcolin, Lombardi, Rambaudi, Venturin, De La Peña, Mancini, Iannuzzi, Protti. All. Eriksson.

MONACO: Aubry, Ilves, Berthe, Riise, Martin, Dacosta, Dijao, Gava, Giuly, Spehar, Ikpeba. All. Tigana.

Arbitro: Boggi di Salerno.

Marcatori: 4’ Iannuzzi; 22’ Berthe, 32’ Dacosta.

Note: partita da 45 minuti.


FIORENTINA-LAZIO 2-0

FIORENTINA: Toldo, Falcone, Firicano, Padalino, Tarozzi, Amoroso, Morfeo, Bettarini, Edmundo, Batistuta, Oliveira. All. Trapattoni.

LAZIO: Ballotta; Gottardi, Okon, G.Lopez, Lombardi; Rambaudi (22' Pinzi), Venturin, De La Peña (33' Sbaccanti), Marcolin; Mancini (22' Aquino), Protti. All. Eriksson.

Arbitro: Guiducci di Arezzo

Marcatori: 14’ Batistuta, 20’ Batistuta.

Note: espulso Lombardi al 10'. Partita da 45 minuti.

Il tridente funziona. Batistuta (doppietta) è implacabile. La sconfitta della Lazio nella mezza partita di apertura ha costretto ad anticipare, nella serata, il boccone più ghiotto e più atteso dai ventimila del "Franchi": lo scontro diretto fra due ambiziose italiane, il ritorno nella prima linea viola di un terzetto che già propose Malesani l'anno scorso e che Giovanni Trapattoni, adesso, sta cercando di rilanciare. Edmundo, Batistuta, Oliveira...solo i nomi fan tremare. Li vuole Trapattoni, li vuole soprattutto la gente di Firenze, che ieri sera, contrariamente al solito (Bati è sempre il figlio prediletto), ha dedicato al brasiliano il suo primo lunghissimo applauso. E loro, i tre bomber, ce l'hanno messa subito tutta, contro una Lazio che, sacrificando Iannuzzi rispetto alla prima partita, si è ripresentata con Mancini stabile in prima linea a fianco di Protti...per dieci minuti, fino a quando, cioè, l'arbitro, con decisione un po' severa ispirata dal guardalinee, ha espulso Lombardi per una "bracciata-gomitata" a Falcone. E' Mancini, insomma, il jolly per tutte le evenienze. E Bati...è sempre Bati. In gol al 14' (dopo una traversa colpita da Protti) con un tiro dei suoi, da lontano, che prima di insaccarsi ha accarezzato il palo dalla parte giusta. E Edmundo...beh, lui, al 18', imbeccato da Morfeo, è stato un po' egoista: cercava la consacrazione, ha sbagliato un gol fatto, per non servire Batistuta. Errore che non ha ripetuto due minuti dopo, offrendo al compagno argentino la palla del facile 2-0, e al 22', quando ha suggerito ad Oliveira il gol del 3 a 0 che il belga ha fallito di un soffio. E così, è rimasto il 2 a 0: il tridente funziona. Del resto, chi poteva dubitarne ?

FIORENTINA-MONACO: 0-1

FIORENTINA: Toldo, Tarozzi, Firicano, Padalino, Amoroso, Cois (34' Stefani), Morfeo, Bettarini (34' Oliveira), Esposito, Batistuta, Edmundo (18' Robbiati)

MONACO: Monin, Martin, Ilves, Berthe, Pignol, Jiao, Dacosta, Gava, Spehar, Ikpeba (20' Giuly), Trezequet

Arbitro: sig. Boggi

Marcatori: 39' Terzegut

Una cartolina cinese con la formazione della gara con il Monaco: Lopez, Lombardi, Iannuzzi, Marcolin, Mancini, Marchegiani; Gottardi, Protti, De la Peña, Venturin, Rambaudi
I tabellini de "Il Messaggero"