Lucarelli Vittorio


Vittorio Lucarelli
Vittorio Lucarelli è il terzo da destra insieme ai suoi compagni con i quali ha appena vinto alle Olimpiadi di Melbourne del 1956 la Medaglia d'Oro nel fioretto a squadre

Schermidore. Nato a Roma il 31 ottobre 1928 e deceduto a Tivoli il 16 febbraio 2008. Militando nella Lazio Scherma, partecipa alle Olimpiadi di Melbourne del 1956 e conquista la Medaglia d'Oro nel fioretto a squadre insieme a Edoardo Mangiarotti, Manlio Di Rosa, Giancarlo Bergamini, Antonio Spallino, Luigi Carpaneda.

Ecco un breve riassunto degli allori conquistati da Vittorio Lucarelli tratto dal sito http://www.medagliedoro.org

Atleta della Società Sportiva Lazio, specialista di fioretto ma non disdegna la spada, con la quale coglie anche significativi allori internazionali. Inizia a gareggiare giovane subito dopo la seconda guerra mondiale e nel ’53 ottiene il primo risultato di rilievo vincendo le universiadi a Dortmund nel fioretto a squadre ed è anche bronzo individuale. Si ripete nel ’55 a San Sebastiano e stavolta è quarto nell’individuale dopo l’oro a squadre. Lo stesso anno prende parte ai Mondiali a Roma e vince l’oro a squadre di fioretto, mentre è eliminato nei quarti nell’individuale. Partecipa anche ai Giochi del Mediterraneo a Barcellona ed è doppio argento nel fioretto e nella spada a squadre e bronzo nel fioretto individuale. L’anno dopo è alle Olimpiadi a Melbourne dove vince l’oro nel fioretto a squadre ma non partecipa all’individuale. Ai Mondiali del ’57 a Parigi è bronzo a squadre ed è eliminato negli ottavi nell’individuale. Vince inoltre la Coppa Giovannini. Nel ’58 ai Mondiali militari a Wiesbaden vince l’oro individuale e l’argento a squadre nel fioretto. Quindi è ai Mondiali del ’61 a Torino, eliminato nel secondo turno, poi a quelli del ’62 a Buenos Aires con poca fortuna, eliminato nel secondo turno sia con la squadra che nell’individuale. Lo stesso anno vince il titolo italiano a squadre. È ancora ai Mondiali del ’67 dove è eliminato nei quarti con la squadra e fuori al primo turno dell’eliminazione diretta nell’individuale.