Nicolini Dora



Dora Nicolini campionessa d'Italia,1936
Atleta della sezione Pattinaggio. Nata a Roma il 19 agosto 1921. Figlia del noto scultore Giovanni Nicolini è sin d'adolescente attratta dallo sport. Nuotatrice e tuffatrice in estate sulla costiera di Sorrento dove la famiglia possiede una bella villa a picco sul mare, sciatrice in inverno sulle nevi di Roccaraso e del Terminillo. Gioca al tennis, pratica l'atletica leggera e anche la pallacanestro, ma le migliori soddisfazioni le ottiene con il pattinaggio a rotelle. Nel 1933 disputa le sue prime gare con l'Amatori Hockey Roma che l'anno seguente viene assorbita dalla S.S. Lazio. Nel campionato centro meridionale con la gara da Roma ad Ostia si classifica al quarto posto. Il primo successo è nel 1935 nel campionato laziale , molto positive sono anche le prove nel pattinaggio artistico. L'anno seguente porta i primi due titoli nazionali sulla distanza dei 600 metri (tempo 1'33") e 1.200 metri (tempo 3'19"). E' il 19 marzo 1936 e cinque settimane più tardi a Catania è seconda nella prova a squadre. Il C.O.N.I. le assegna la medaglia di bronzo al merito sportivo. Ottiene altri quattro titoli nazionali di velocità (500 e 1.000 metri) nel 1937 e nel 1938 e per i suoi successi viene premiata con la Stella al merito sportivo. Nel 1939 passa alla Parioli dove trova la sorella Anna, magnifica pattinatrice, anche lei più volte campionessa d'Italia. Anche suo fratello Roberto fu ottimo sportivo oltre che architetto di chiara fama e padre di Renato Nicolini, noto uomo politico e brillante assessore alla cultura del Comune di Roma negli anni Settanta e Ottanta.