Priano Bartolomeo


Pallanuotista e nuotatore. Atleta ligure inizia l'agonismo sul finire degli anni Venti. Subito attratto dalla pallanuoto gioca con il Recco e il Camogli. Nel 1934 è a Roma ed entra alla S.S.Lazio. Si cimenta in qualche gara nel dorso e nello stile libero, ma è nella squadra di pallanuoto biancoceleste ad emergere e a lasciare il segno. Ottimo nuotatore, tenace e resistente, gioca nel ruolo di mediano. Bravo nel cucire il gioco tra difesa e attacco, riesce nei momenti di difficoltà a risolvere molte partite con il suo tiro bruciante. Le sue prestazioni lo portano in Nazionale dove debutta a Parigi nell'incontro con la Francia, il 31 agosto 1935 . Con lui, all'esordio in azzurro, vi è anche Geminio Ognio . Nello stesso anno gioca negli incontri con la Cecoslovacchia, la Spagna e di nuovo con la Francia. Sul finire degli Anni Trenta ritorna in Liguria disputando la sua ultima stagione agonistica con il Recco. Rimane il primo pallanuotista biancoceleste ad aver giocato con la Nazionale.