Rem Picci Mario


L'atto di nascita di Mario Rem Picci
Targa ricordo di Mario Rem Picci nella cripta della chiesa dei Sette Santi Fondatori in Piazza Salerno a Roma

Mario Rem Picci, socio della Canottieri Lazio. Nato a Roma il 28 dicembre 1903, in Via del Collegio Capranica 4, dal professore Giacomo e Carlotta di Mauro. Il suo cognome fa intendere che era discendente di una nobile famiglia patrizia originaria della cittadina di Canepina nel Viterbese. Tenente del XV battaglione guastatori. Cadde a Ogolew il 10 dicembre 1942, mentre comandava il proprio plotone contro una posizione russa molto forticata e arrivando alla testa dei suoi sottoposti per primo contro il nemico, prima di cadere colpito mortalmente da una scheggia di granata. Fu decorato con una Medaglia di Bronzo al V.M. alla memoria conferitagli nel 1948.

Il suo nome fu inciso sulla lapide commemorativa dei caduti di guerra che fu murata al Circolo Canottieri Lazio tra gli anni '50 e '60, ma che finì distrutta dalle pale escavatrici durante una ristrutturazione del manufatto. Sicuramente Mario fu indotto a iscriversi alla Sezione Canottaggio della Lazio per la vicinanza della sua abitazione alla sede biancoceleste che negli anni '20 era situata in Via Santo Stefano del Cacco.

Nel 2011 in una brochure dedicata a tutti i caduti di guerra della Lazio era indicato col nome di Pietro, ma le ricerche esperite da LazioWiki nel 2016 hanno consentito di appurare che il suo vero nome era Mario