Tedeschi Federico


Federico Tedeschi


La lapide che ricorda i Caduti italiani nel cimitero di Suzdal'
Tedeschi ricordato dal Corriere dello Sport del 24 gennaio 1948
Un articolo pubblicato su Forza Lazio del 16 febbraio 1942
Sul Corriere dello Sport del 1945 vengono richieste notizie del capitano Tedeschi
Il nome di Tedeschi è nella lista ufficiale dei morti nel campo 160 di Suzdal'

Nato a Napoli il 29 aprile 1903. A 17 anni era socio dell'Audace e disputò gare di corsa veloce. Dirigente della Lazio dagli inizi degli anni '30 fino al 1940, salvo una parentesi alla STER, fu nel 1932 anche Segretario Generale della società biancoceleste. Fu anche Presidente del Comitato regionale del Lazio della FIGC. Inoltre fu lui a istituire a Roma una sezione dell'U.L.I.C. e divenne Presidente della gloriosa Virtus Goliarda, Sezione libera della S.S. Lazio, che vinse il titolo italiano Ragazzi dell'U.L.I.C. nella stagione 1927/28. Partito per la guerra nel 1940 come capitano della Divisione Torino, fu dichiarito disperso in Russia dopo il dicembre 1942. Solo diversi anni dopo i suoi resti furono trovati e si riuscì a stabilire che la data di morte risulta essere quella del 25 marzo 1943. Morì nel campo di prigionia di Suzdal'. Riposa nel cimitero militare italiano di questa città della Russia centrale europea.