Tobia Massa Anna


TobiaMadrina1902.jpg
Anna Tobia nel 1907 con una romantica dedica in Latino ("Usque dum vivam et ultra" Fino a quando vivrò ed oltre) dell'allora fidanzato Fondatore Galileo Massa
La signora Tobia agli inizi degli anni '50
La signora Tobia nella bella casa di Via de Calboli, in Prati, arredata con preziose mobilia provenienti dall'attività di antiquario di suo marito Galileo Massa
La signora Anna Tobia in tarda età
Il certificato di matrimonio tra Galileo Massa e Anna Tobia

Moglie del socio fondatore Galileo Massa e madrina della Lazio. Il 29 maggio 1904 alla trattoria dell'Olmo in Via Angelica, durante un convivio sociale della Società Podistica Lazio, la signorina Anna Tobia, allora fidanzata con il Fondatore, battezza la prima bandiera sociale, da lei stessa confezionata e donata dal cavalier Paolo Pastori.

Il Fondatore ed Anna Tobia si sposarono a Roma il 15 settembre 1909

Visse sempre nella casa di Via de Calboli n. 60, al quartiere Prati, con il marito Galileo e i figli Massimiliano ed Ermanno. Morì in una casa di cura di Via della Nocetta.



Torna ad inizio pagina